Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Caro bollette, Draghi: "Governo sta preparando intervento nei prossimi giorni"

  • a
  • a
  • a

Il Governo Draghi non dimentica il presente e garantisce interventi sul caro bollette. Lo ha annunciato lo stesso Presidente del Consiglio nel corso della sua visita a Genova per presentare i progetti per lo sviluppo della città e del porto. "Il presente è caratterizzato dalle difficoltà che famiglie e imprese hanno per i prezzi dell'energia elettrica - ha detto Draghi - Volevo utilizzare questa circostanza per annunciare che il Governo sta preparando un intervento di ampia portata nei prossimi giorni". Gli italiani e i parlamentari, infatti, stavano chiedendo un aiuto da giorni vista l'impennata dei prezzi delle bollette, e in alcune città ci sono anche alcuni sindaci che per protesta spegneranno le luci dei monumenti pubblici viste le circostanze. E dopo l'annuncio del Premier, sono arrivate subito reazioni dai principali esponenti politici nazionali. "Dopo due mesi di proposte, richieste e insistenze della Lega, finalmente ci siamo. C’è chi parla e c’è chi fa. Avanti così", ha detto il leader del Carroccio, Matteo Salvini. Giorgia Meloni, invece, ha spiegato che "Fratelli d’Italia valuterà nel merito e con molta attenzione le misure che adotterà l’Esecutivo, è pronta a dare il suo contributo e a fare le sue proposte in Parlamento, ma non intendiamo fare sconti. Dal Governo dei migliori e da un Premier dalla grande competenza economica ci aspettiamo una strategia chiara, coraggiosa e di lungo periodo per scongiurare il lockdown produttivo e salvare le famiglie. Perché sarebbe un errore irreparabile continuare a vivere alla giornata e affrontare l’emergenza energetica con interventi spot e insufficienti, come è stato fatto finora".

 

 

Draghi ha fatto anche il punto sullo stato di attuazione dei progetti del Piano nazionale di ripresa e resilienza. "Lo scorso anno abbiamo portato a termine tutti gli obiettivi previsti del Pnrr - ha detto il Premier - Lo stesso accadrà quest'anno: è una questione di serietà verso i cittadini e i nostri partner europei e di affidabilità, perché la crescita sostenuta, equa e sostenibile è il miglior custode della stabilità. Un’Italia affidabile, fiduciosa delle proprie possibilità, che non dimentica i deboli e dove c’è spazio per il futuro: questa è l’Italia per cui lavoro e per cui tutti noi dobbiamo batterci".

 

 

Il Presidente del Consiglio ha quindi fatto un focus sugli investimenti sul porto della città della lanterna: "Investire sul porto di Genova significa scommettere sul potenziale della città, sulla capacità del nostro Paese di essere protagonista nel Mediterraneo e nel mondo, creare nuove opportunità per i giovani e dimostrare che interventi di questa portata possono essere realizzati nel rispetto dell’ambiente, di pari passo con le esigenze dei cittadini. Siamo solo diciannovesimi per tempi e costi della logistica anche a causa degli oneri burocratici e dei ritardi nello sviluppo digitale: dobbiamo abbattere questi ostacoli, cogliere a pieno i vantaggi degli scambi commerciali, migliorare le infrastrutture creando una connessione tra porti, reti stradali e ferrovie".