Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tito Stagno, è morto il giornalista che raccontò l'arrivo dell'uomo sulla luna

Esplora:

  • a
  • a
  • a

E' morto Tito Stagno, lo storico telecronista della Rai che raccontò agli italiani l'allunaggio. A darne notizia, tra gli altri, Giorgio Zanchini nel corso della diretta di Radio Anch'io su Rai Radio 1. Stagno aveva 92 anni, fu volto e voce di Rai 1 tra i più noti: la sua voce portò il Paese sulla Luna. Nato a Cagliari il 4 gennaio 1930, inizia a lavorare in radio nel 1949, vincendo nel 1954 il primo concorso nazionale per telecronisti, trasferendosi a Roma l'anno dopo ed entrando nella redazione del primo telegiornale diretto da Vittorio Veltroni. Il suo viso e la sua voce accompagnano il Paese, al fianco dei grandi della terra di cui segue le vicende, raccontando i viaggi dei Capi di Stato Antonio Segni e Giuseppe Saragat e di due Papi, Giovanni XXIII e Paolo VI, senza dimenticare le Olimpiadi di Roma del 1960.

Il suo nome è però legato al 20 luglio del 1969, quando l'uomo per la prima volta mise piede sulla Luna. "Il distacco è confermato. Ha toccato, ha toccato il suolo lunare". "Tre minuti alle cinque del mattino. Il primo uomo Neil Armstrong, un americano di 39 anni, ha messo il piede sulla luna", le sue parole prima di lasciare spazio alle storiche parole dell'astronauta statunitense "Questo è un piccolo passo per un uomo e un grande passo per l'umanità".

La sua telecronaca è passata alla storia: 25 ore dallo studio 3 di via Teulada, in collegamento con il collega Ruggero Orlando dagli Stati Uniti, l'annuncio dell'allunaggio dato con una manciata di secondi di anticipo sull'amico e collega e l'applauso liberatorio dopo la conferma arrivata da Houston. La lunga diretta tv con cui porta il Paese a varcare i confini dello spazio è il momento più alto ed epico di una carriera costellata di successi, circondato dall'amore del pubblico che lo ha seguito fin dal suo Viaggio in Sardegna, altro pezzo di storia della tv italiana. Responsabile della Domenica Sportiva, dal 1976 al 1995, ha seguito e raccontato con passione anche il mondo del calcio e dello sport. "Il vostro inviato da qualunque posto", Stagno si raccontò in Mister Moonlight - Confessioni di un telecronista lunatico. "Siamo entrati in tv insieme, nel 1954, con Furio Colombo, Gianni Vattimo e molti altri. Poi è andato sulla luna", disse di lui Umberto Eco.