Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Strage in famiglia: uccide quattro persone poi si spara. Tra le vittime due ragazzi di 11 e 15 anni

  • a
  • a
  • a

Cinque morti. E' il bilancio di una strage familiare che si è consumata a Licata, in provincia di Agrigento. Una lite che è degenerata fino a trasformarsi in tragedia. La prima ipotesi al vaglio degli inquirenti è quella dell'omicidio suicidio. Il presunto assassino si è sparato in strada dopo aver ammazzato il fratello, la cognata e due nipoti rispettivamente di 11 e 15 anni, un maschio e una femmina. L'uomo è stato trasportato in elisoccorso all'ospedale di Caltanisetta in condizioni disperate e poco dopo è morto, come hanno confermato i sanitari. 

Dopo aver ucciso i parenti aveva chiamato la moglie per confessarle ciò che era accaduto, poi anche i carabinieri che sarebbero rimasti con lui al telefono il più possibile, in attesa che una volante lo raggiungesse sul posto. Ma pochi secondi prima dell'arrivo dei militari, l'assassino si è sparato con una pistola. Sempre stando alle prime ricostruzioni, l'uomo sarebbe entrato in casa e avrebbe ucciso subito la donna, poi suo fratello e i nipoti. Immediatamente dopo è sceso in strada per suicidarsi. Alla base del litigio ci sarebbe una lite causata da interessi familiari, molto probabilmente da una eredità.

L'uomo si chiamava Angelo Tardino, mentre il fratello Diego, sua moglie Alexandra e i nipoti Alessia e Vincenzo. La pistola è una calibro 9. L'arma è stata trovata dalle forze dell'ordine e sottoposta a sequestro. Ovviamente sotto shock la città di Licata. Della strage si stanno occupando i carabinieri della locale compagnia insieme alla sezione rilievi del nucleo investigativo della compagnia di Agrigento. Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore Paola Vetro e dal procuratore capo Luigi Patronaggio. Gli inquirenti vogliono ricostruire tutto nei minimi dettagli e capire cosa è accaduto. Hanno già iniziato ad ascoltare in caserma i familiari delle vittime e dell'uomo che ha sparato e distrutto un'intera famiglia.