Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sergio Lepri, è morto il giornalista e storico direttore dell'Ansa. Aveva 102 anni

  • a
  • a
  • a

È morto Sergio Lepri. Il giornalista e storico direttore dell'Ansa (dal 1962 al 1990) aveva 102 anni. Lepri era nato a Firenze nel 1919, dove si era laureato in filosofia nel 1940. Era diventato giornalista professionista nel 1946, lavorò prima alla Nazione del popolo di Firenze, poi al Mattino dell'Italia centrale e in numerose altre testate fino a diventare lo storico direttore della maggiore agenzia italiana, ruolo che ha mantenuto per 28 anni.

Lepri era nato a Firenze il 24 settembre 1919. Dopo la laurea e l'avvio della brillante carriera, è stato corrispondente da Parigi di diversi giornali e capo dell'ufficio stampa della presidenza del Consiglio (1958-59). Entrò nell'Ansa nel 1969 e fu nominato condirettore responsabile nel 1961 e l'anno dopo direttore responsabile. Lepri è considerato un vero e proprio esempio nel giornalismo italiano, sostenitore dell'indipendenza professionale e del principio di non lasciar mai capire la propria posizione politica. Fondamentale a suo avviso, e non solo, dividere i fatti dalle opinioni. 

Per festeggiare i 100 anni della testata, il 24 settembre del 2019, l'Agenzia Ansa organizzò un forum in cui mise a confronto tre direttori: lo stesso Sergio Lepri, Giulio Anselmi e Luigi Contu. Fecero il punto sul giornalismo, raccontarono la storia dell'agenzia e delle loro esperienze professionali, tracciarono il confine della professione, che è cambiata e continua a cambiare nel tempo. In quella occasione Lepri aveva ribadito il suo pensiero: ''Il privilegio di un serio giornalismo è quello di non schierarsi. Io sono arrivato al giornalismo alla fine della guerra. Giovani come me decisero di fare il giornalista proprio perché era uno strumento per arricchire il patrimonio informativo di tutti. Uno strumento di conoscenza, di democrazia e di libertà". Sergio Lepri ha dedicato tutta la sua vita al giornalismo e lascia una eredità tangibile fatta non solo di principi, ma anche di numerosi libri e manuali per il corretto svolgimento della professione