Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nuoro, allevatore ucciso in paese. Ammazzato a colpi di fucile a Oliena

  • a
  • a
  • a

Un allevatore di 59 anni è stato ucciso a colpi di fucile questa mattina, giovedì 2o gennaio, in una strada nel centro del paese di Oliena, comune di circa 6.500 abitanti in provincia di Nuoro. L'allevatore si chiamava Tonino Corrias. Era stato già bersaglio di due agguati in passato: nel 2015 aveva ricevuto una fucilata mentre era a bordo della sua auto, al ritorno dal lavoro al suo ovile, rimanendo illeso; nel 2001 fu raggiunto da alcuni proiettili a una spalla e costretto al trasporto in ospedale. Due veri e propri attentati da cui si era salvato. Stavolta non ce l'ha fatta. L'agguato è avvenuto in paese, in via Massaua, pieno centro, un vicolo dietro al palazzo comunale. 

L'allevatore è stato atteso sull'uscio della propria abitazione e freddato intorno alle 6.30. Sul luogo dell'omicidio stanno indagando i carabinieri del Comando provinciale di Nuoro. Stando alle ricostruzioni dei media locali, il primo agguato che l'uomo aveva subito, era avvenuto nell'ambito di quella che è stata definita la faida di Oliena che in tre anni, tra il 2001 e il 2003, aveva mietuto sette vittime. Secondo gli inquirenti la faida si sarebbe scatenata a causa della divisione del gruppo che aveva partecipato al rapimento dell'imprenditore romano Ferruccio Checchi.

Dopo i primi arresti la banda si era spaccata, forse a causa della spartizione dei proventi illeciti, ed erano iniziati gli omicidi. Il nome di Tonino Corrias, però, nelle indagini relative alla faida non era mai entrato. Si tratte dell'ennesimo fatto di sangue nella provincia di Nuoro e ancora in un piccolo comune, che conta poco più di 6.500 abitanti. Il 12 gennaio scorso, un altro allevatore era stato ucciso a colpi di fucile nelle campagne di Gairo. La vittima aveva 38 anni e si chiamava Riccardo Muceli. E' stato ammazzato mentre viaggiava a bordo della sua auto.