Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

E' morta Silvia Tortora, figlia di Enzo. Aveva 59 anni. La sua vita segnata dal dramma del padre in carcere ingiustamente

  • a
  • a
  • a

Aveva soltanto 59 anni. E' morta in una clinica romana Silvia Tortora, giornalista e figlia di Enzo Tortora. Silvia Tortora ha collaborato a lungo con Giovanni Minoli, prima a Mixer e poi a La storia siamo noi, e lavorato al settimanale Epoca dal 1988 al 1997. Nel 1999 aveva vinto il nastro d'argento al Festival di Taormina per il migliore soggetto cinematografico con il film di Maurizio Zaccaro, Un uomo perbene, dedicato alla figura di suo padre.

Nel 2002 ha curato il libro Cara Silvia, edito da Marsilio Editore, una raccolta delle lettere che suo padre le scrisse dal carcere. Nel 2006 ha pubblicato Bambini cattivi, sempre con Marsilio Editore. Dal 2009 ha condotto Big con Annalisa Bruchi. Aveva sposato l'attore francese Philippe Leroy, con cui ha avuto due figli Philippe e Michelle. Ovviamente è soltanto una sintesi nel suo intenso lavoro nel mondo del giornalismo in cui è stata una giornalista molto stimata.

Silvia Tortora aveva seguito le orme del padre Enzo, prestigioso uomo della televisione italiana e non solo: autore, conduttore televisivo e radiofonico, attore, giornalista e politico.  Fu arrestato ingiustamente, detenuto per sette mesi, poi scagionato, ma morto quando aveva sessant'anni, un anno dopo la sua definitiva assoluzione. Silvia era figlia della sua seconda moglie, Miranda Fantacci. Insieme alla sorella minore Gaia, era sempre stata in prima linea nella difesa delle ragioni del padre. Una storia che ovviamente aveva vissuto con dolore e profonda amarezza, anche dopo la sentenza favorevole del processo di appello: "Dal mio punto di vista non è cambiato nulla: sono 30 anni di amarezza e di disgusto", disse Silvia in occasione del trentesimo anniversario della morte del padre. E ancora: "Mi aspettavo una riforma del sistema giudiziario, invece non è accaduto. I processi continuano all'infinito. Anzi in 30 anni c'è stata una esplosione numerica".