Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Livorno, uccide la moglie a coltellate. Il cadavere scoperto dal figlio

Julie Mary Marini
  • a
  • a
  • a

Ancora una tragedia familiare. Questa volta è la Toscana il teatro del dramma. Nella tarda serata di ieri, sabato 8 gennaio, a Livorno un pensionato di 80 anni ha ucciso a coltellate la moglie di 76. É successo nel loro appartamento in via Inghilterra, nel quartiere della Scopaia. A scoprire il femminicidio è stato il figlio 46enne della coppia. L'uomo era preoccupato perché i genitori non rispondevano al telefono alle sue chiamate. A quel punto è andato nella casa di famiglia, ha scoperto cosa era accaduto e ha dato l'allarme alle forze dell'ordine.

Quando sono arrivati i soccorritori del 118, insieme ai carabinieri, per la donna ormai non c'era più nulla da fare. I medici hanno tentato la rianimazione ma senza riuscire a salvarla, perché la ferita che le era stata provocata era troppo grave. Il marito, sotto choc, è stato portato in caserma, dove ha ammesso le sue responsabilità dell'omicidio. L'80enne non ha però saputo spiegare cosa abbia fatto scattare la violenza. Al momento l'anziano è in stato di fermo. A indagare sono i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Livorno. Ascoltato anche il figlio della coppia.

Nel giro di pochi giorni diversi i drammi familiari che sono stati consumati. Prima la donna che a Torre del Greco ha gettato il figlioletto in mare e poi ha cercarti di uccidersi, ma è stata salvata. Poi l'uomo che nel Varesotto ha ucciso il figlio di sette anni e nascosto il corpo nell'armadio, ha cercato l'ex moglie e l'ha colpita con un coltello, ma la donna si è salvata e ha dato l'allarme. Lui è stato arrestato poche ore dopo dai carabinieri che l'hanno individuato, inseguito e preso dopo averlo rincorso tra i boschi. Ora la tragedia di Livorno, l'ennesima, in cui un anziano decide di porre fine alla vita della moglie e non riesce nemmeno a spiegare il perché lo ha fatto.