Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Scuola, verso nuove restrizioni: ipotesi dad per i bambini non vaccinati

  • a
  • a
  • a

L'aumento dei contagi Covid potrebbe incidere anche sulla riapertura delle scuole dopo la pausa natalizia. Sembrano sempre più probabili nuove norme sulla didattica a distanza. Le lezioni dovrebbero riprendere tra il 7 e il 10 gennaio, ma in alcuni territori è stato già annunciato che la riapertura slitterà per cercare di limitare lo sviluppo del virus. Il governo guidato da Mario Draghi, in accordo con le Regioni, sta ipotizzando nuove regole soprattutto per le classi delle elementari e della prima media, in considerazione dell'avviata campagna vaccinale per i bambini dai 5 agli 11 anni.

Il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi, ribadisce che la didattica in presenza è prioritaria, ma sembra molto probabile che anche per elementari e prima media, si possa procedere, nel caso di due studenti positivi in una classe, all'autosorveglianza per cinque giorni con test dopo dieci per i ragazzi vaccinati o guariti negli ultimi mesi e alla quarantena con dad per dieci giorni per gli studenti che non hanno aderito alla campagna vaccinale. E in caso di tre o più contagi in una sola classe? In quel caso sarebbe la Asl di riferimento a valutare eventuali provvedimenti, come la sospensione delle lezioni in presenza per tutti gli alunni.

Nelle scuole dell'infanzia, invece, sembra restare la quarantena di dieci giorni per tutti con tampone, anche in presenza di un solo caso positivo. E' probabile che le politiche da adottare vengano stabilite durante il consiglio dei ministri in programma il 5 gennaio. Intanto alcune regioni si muovono anche in maniera autonoma. Il governatore campano Vincenzo De Luca sta valutando l'ipotesi di chiudere le scuole elementari in presenza per un mese, per procedere con la vaccinazione e poi riaprire in sicurezza. Il comune di Siena ha posticipato al 10 gennaio il rientro nei nidi e nelle scuole dell'infanzia. La Regione Abruzzo ha sospeso l'attività didattica del 7 e 8 gennaio, si dovrebbe tornare in classe il 10.