Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Italia verso una nuova stretta. Vaccino o guarigione per andare al lavoro: lockdown solo per i no vax

Julie Mary Marini
  • a
  • a
  • a

E' inutile nascondersi. Ormai l'Italia va verso il semi obbligo vaccinale. Il green pass base, quello che viene ottenuto con un semplice tampone, presto potrebbe essere inutile. E' sempre più probabile che nella maggioranza di governo passi la linea della fermezza e cioè che per recarsi al lavoro sarà necessario essere guariti da Covid oppure essere vaccinati. Sarebbe una vera e propria svolta nella lotta contro la pandemia che nella giornata di ieri, martedì 28 dicembre, ha visto il Paese superare i 200 decessi e avvicinarsi ai quasi 80mila contagi. 

Sono numeri shock che spingono il governo guidato da Mario Draghi a nuove e drastiche restrizioni per evitare che l'Italia resti letteralmente succube della pandemia. I tecnici sono al lavoro per studiare le nuove misure che potrebbero essere annunciate già nelle prossime ore. L'obbligo per i 25 milioni di lavoratori italiani sarebbe un deciso passo avanti verso la totale vaccinazione, obiettivo che secondo i virologi va raggiunto prima possibile per arginare la malattia. Tra l'altro l'Italia non è l'unico Paese a muoversi in questa direzione. Anche la Francia è pronta a varare nuove e drastiche misure dopo i 180mila contagi registrati nella sola giornata del 28 dicembre.

E' stato il ministro Renato Brunetta a confermare senza mezze misure che il "super certificato" (cioè vaccino o guarigione) andrebbe applicato a tutto il mondo del lavoro, passaggio fondamentale per arrivare al lockdown solo per i no vax. Naturalmente come sempre accade in tutte le decisioni, sarà fondamentale il confronto all'interno del governo. Da una parte Partito Democratico e Forza Italia che spingono per la linea del rigore, dall'altra la Lega che frena, in mezzo il Movimento 5 Stelle convinto soltanto a metà. I bollettini giornalieri, però, spingono l'esecutivo verso scelte drastiche. Se in numeri continueranno a salire, difficile evitare la linea della vaccinazione obbligatoria, anche se "mascherata".