Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, terza dose di vaccino dopo quattro mesi. Green pass, scuola, mascherine, Capodanno: le possibili scelte del governo

Julie Mary Marini
  • a
  • a
  • a

Terza dose di vaccino anti Covid quattro mesi dopo la seconda e green pass validi soltanto per sei. Domani, giovedì 23 dicembre, è in programma la cabina di regia governativa per le nuove strategie anti Covid e subito dopo verrà approvato il decreto che prevede le nuove misure per cercare di arginare la diffusione del virus. Continuano a fioccare le indiscrezioni sulle scelte che il governo diretto da Mario Draghi si appresta a fare. Proviamo a ricapitolare le decisioni che potrebbero essere prese.

Vaccino La terza dose potrebbe essere anticipata a quattro mesi dalla seconda. Tempi ancora più corti, dunque, per cercare di ridurre al massimo il calo dell'efficacia del siero, testimoniata già davanti alla variante Delta e ancora più probabile con quella Omicron. 

Super green pass La durata verrà sicuramente ridotta. Attualmente il certificato verde è valido nove mesi, probabilmente scenderà a sei anche se stando ad alcune indiscrezioni potrebbe addirittura arrivare a cinque. Inizialmente la validità era di un anno.

Capodanno Sempre più probabile l'obbligo di tampone per chi trascorre la notte di San Silvestro in discoteca o partecipando a feste senza il distanziamento. Il test dovrà essere effettuato anche dai vaccinati. Pare che verrà escluso il coprifuoco ma sicuramente sulle feste di fine anno, pubbliche e private, le decisioni dovranno essere molto chiare.

Obbligo vaccinale Verranno ampliate le categorie professionali che devono aderire alla campagna vaccinale per poter lavorare. Quasi certamente l'obbligo verrà esteso a chi lavora nel mondo della ristorazione o comunque a contatto con ile persone. Stretta sui dipendenti pubblici.

Mascherine Probabile il ritorno all'obbligo anche all'aperto e in tutto il Paese. Non è escluso che per la prima volta avvenga la distinzione tra i modelli delle protezioni individuali. Forse occorreranno le Ffp2 per poter utilizzare i mezzi pubblici.

Scuola Non è ancora chiaro quali saranno le decisioni per la ripresa delle lezioni dopo le vacanze natalizie. Non è escluso un nuovo ricorso alla didattica a distanza. Ma è possibile che la decisione venga rinviata di una decina di giorni per controllare l'andamento del contagio.