Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Alex Zanardi è tornato a casa. La moglie Daniela: "Siamo molto felici". L'intervista

  • a
  • a
  • a

Alex Zanardi è tornato a casa. Ha lasciato l'ospedale e la sua riabilitazione finalmente potrà continuare in famiglia. E' stata la moglie Daniela ad annunciarlo attraverso il sito di Bmw Italia di cui l'ex pilota è brand ambassador. "Alex ha potuto lasciare l'ospedale qualche settimana fa e ora è tornato a casa con noi. Abbiamo aspettato a lungo che ciò accadesse e siamo molto felici che sia stato possibile ora, anche se in futuro ci saranno ancora dei soggiorni temporanei in cliniche speciali per effettuare misure di riabilitazione specifiche sul posto", ha spiegato la moglie. "Dopo il lungo periodo in ospedale - spiega ancora la moglie del campione - è importante per lui tornare dalla sua famiglia. Per un anno e mezzo ha avuto intorno a sé soltanto persone con mascherine e dispositivi di protezione e le visite erano molto limitate. Ora stiamo con Alex tutto il giorno, lui è nel suo ambiente familiare e quindi può tornare un minimo alla normalità. Questo gli dà ulteriore forza. Siamo molto grati al personale medico delle cliniche in cui è stato curato".

Clicca qui per l'intervista completa della moglie di Alex Zanardi sul sito del Gruppo Bmw

Alex Zanardi era stato vittima di un gravissimo incidente stradale il 19 giugno 2020, durante una staffetta di solidarietà in handbike. A Pienza, in provincia di Siena, era finito contro un camion. Fu immediatamente trasportato all'ospedale Le Scotte di Siena e sottoposto a un intervento neurochirurgico e maxillo-facciale. Dopo quasi un mese di coma farmacologico e altre tre operazioni fu trasferito prima in un centro specializzato di Lecco, poi al San Raffaele di Milano, di nuovo in terapia intensiva. A novembre dello stesso anno fu spostato all'Azienda ospedaliera di Padova dove nel gennaio 2021 ha riacquistato la coscienza. Nei mesi scorsi la moglie Daniela aveva spiegato la complessità del percorso riabilitativo, sottolineando che Alex aveva dovuto subire molti interventi di neurochirurgia, accusando diverse battute d'arresto.

"Ora - dichiarò - è in grado di seguire programmi di allenamento fisico e psichico. Può comunicare con noi, ma non è ancora nelle condizioni di parlare. Possiede una grande forza nelle braccia e si sta allenando intensamente con delle attrezzature specifiche". Finalmente il campione è stato dimesso e ora potrà continuare la sua riabilitazione tra gli affetti familiari.

Nato a Bologna il 23 ottobre del 1966, Alessandro Zanardi, per tutti Alx, è stato per anni protagonista nel mondo delle corse automobilistiche. Ha disputato 44 gp in Formula 1 prima di spostarsi nella Champ Car dove ha collezionato 15 vittorie e 27 podi. Nel 2001 fu vittima di un gravissimo incidente. Nello schianto perse tutte e due le gambe e rischiò di morire dissanguato. I soccorritori riuscirono a salvargli la vita, ma non gli arti inferiori. Zanardi non si arrese e tornò a praticare sport con maggiore coraggio e determinazione.

Non solo riprese a correre in auto, ma si dedicò al paraciclismo diventando un vero e proprio fenomeno mondiale. Nel suo palmares due medaglie d'oro e una d'argento alle Olimpiadi di Londra e altrettante ai Giochi di Rio de Janeiro. Nei campionati mondiali dodici titoli, cinque secondi posti e un bronzo.