Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Meteo, la pausa dell'inverno sta per finire. In arrivo il freddo russo. Natale con la neve?

  • a
  • a
  • a

Lo stop all'inverno e il clima primaverile che sta vivendo quasi tutta l'Italia, sono destinati a durare poco. Almeno stando alle previsioni degli esperti di 3bmeteo.com, convinti che la pausa ormai sta per terminare. Almeno sino alla giornata di venerdì la situazione complessiva resterà immutata, me nel prossimo fine settimana aria più fredda di estrazione continentale riuscirà a raggiungere le regioni centro meridionali, portando un netto cambiamento del tempo. E' in arrivo, infatti, sempre secondo gli esperti di 3bmeteo, il freddo russo. Di seguito le loro previsioni.

"L'anticiclone che in settimana diverrà sempre più vasto e robusto su buona parte del Continente - spiega il sito -  inglobando anche l'Italia, inizierà a spostare i suoi massimi verso il Nord Europa nel corso del prossimo weekend. Sulle nostre regioni il tempo si manterrà sostanzialmente stabile a parte qualche disturbo sulle regioni del medio-basso versante adriatico, esposte a refoli di correnti settentrionali debolmente instabili. Al Nord regneranno inversioni termiche, nebbie e inquinanti, tipici delle lunghe fasi anticicloniche invernali". Ma poi, come anticipato "tra venerdì e il prossimo fine settimana si aprirà uno scenario completamente diverso, caratterizzato da importanti novità. La causa sembrerebbe proprio la migrazione dell'anticiclone verso le latitudini nord europee. Lungo il suo bordo destro infatti inizierebbero a scorrere correnti fredde settentrionali che dall'Artico e dalla Russia punterebbero dapprima gli stati centro-orientali del Continente, fino al comparto balcanico, poi sul finire del weekend anche l'Adriatico".

Ma quali saranno le possibili conseguenze per il nostro Paese? "Se questa tendenza fosse confermata - spiega ancora 3bmeteo - non è escluso che anche l'Italia, o almeno parte di essa, possa venire coinvolta nell'irruzione fredda. Tra i settori più esposti a tale circolazione rientrerebbero più facilmente quelli del medio-basso Adriatico e il Meridione, dove tra la fine della settimana e l'inizio di quella successiva non sarebbero esclusi rovesci con temperature in netto calo e nevicate a quote basse, a tratti non escluse anche in pianura. Una situazione che potrebbe protrarsi fino al Natale e oltre con freddo ancora più intenso e ulteriori spunti nevosi".