Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Mangia sushi con gli amici, accusa l'intossicazione e dopo nove giorni muore a 15 anni. Indagati titolare del ristornate e medico

  • a
  • a
  • a

Una tragedia. A soli 15 anni è morto dopo aver mangiato sushi in un ristorante giapponese. Aveva solo 15 anni e si chiamava Luca Piscopo. E' accaduto a Napoli. Dopo aver finito di mangiare ha accusato febbre alta, ma anche diarrea e vomito. Un calvario, andato avanti per nove giorni e che non è riuscito a superare. La Procura ha immediatamente aperto un fascicolo e disposto l'autopsia sul corpo del 15enne, esame già eseguito. In due sono finiti nel registro degli indagati con l'ipotesi di omicidio colposo. Sono il titolare del ristornate e il medico di base. Il primo è un cittadino cinese di 55 anni. Il secondo, che di anni ne ha 61, ha prescritto al ragazzo una terapia domiciliare.

I titolari dell'inchiesta sono i pubblici ministeri Federica D’Amodio e Luigi Landolfi. La famiglia di Luca Piscopo vuole la verità. I genitori vogliono capire come mai il loro figlio, sano, senza alcuna patologia nel suo passato, sia morto qualche giorno dopo un pasto da 14 euro e 99, consumato con la formula del all you can eat. Il pasto con gli amici risale al 23 novembre. I sospetti sul cibo arrivano dal fatto che anche gli altri ragazzi che hanno mangiato insieme a lui hanno accusato i sintomi di una intossicazione alimentare

Inizialmente il medico aveva prescritto al giovane un antipiretico per la febbre e fermenti lattici per i disturbi intestinali. In un secondo momento ha aggiunto un antibiotico. Dopo una settimana la febbre era finalmente scesa e la situazione sembrava migliorata. Poi il 2 dicembre la tragedia. L'arresto cardiaco e la morte. Ora spetta agli inquirenti capire se quel cibo sia stato la causa del decesso oppure se l'intossicazione e la morte siano solo una coincidenza. L'autopsia è stata già effettuata e potrebbe dare le prime risposte. Il ristorante è ancora aperto perché per ora gli inquirenti non hanno ravvisato elementi per ordinare la chiusura del locale.