Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, aumentano i no vax in terapia intensiva. Negli ospedali sentinella sono quattro volte più dei vaccinati e molto più giovani

  • a
  • a
  • a

Sono aumentati del 32% in due settimane i no vax ricoverati nei reparti di terapia intensiva. E' la Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere (Fiaso) a rendere pubblico il dato dopo le rilevazioni dell'ultima settimana negli ospedali sentinella. Stando alla Fiaso, continuano ad aumentare i pazienti no vax, mentre diminuiscono quelli che hanno aderito alla campagna vaccinale. Tra i ricoverati in gravi condizioni, inoltre, non ci sono malati che hanno completato il ciclo vaccinale da meno di quattro mesi

L'ultimo report conferma il trend che era stato già evidenziato nell'analisi dei dati del 30 novembre. In una settimana nei reparti di rianimazione sono aumentati del 15% i ricoveri di pazienti non vaccinati, mentre sono diminuiti del 22% quelli di chi ha ricevuto la doppia dose di vaccino. Prendendo in considerazione gli ultimi 15 giorni, le tendenze sono del +32% per i no vax e -33% per i vaccinati. I soggetti che sono stati ricoverati in terapia intensiva senza mai aver ricevuto una dose di vaccino sono più giovani, 62 anni la media. Nel 42%, inoltre, sono persone sane che non soffrono di alcuna patologia. I ricoverati vaccinati vanno da 47 a 85 anni, quelli non vaccinati da 21 a 83. 

I dati riguardano 97 pazienti degli ospedali sentinella che sono sedici in tutto il Paese, due in più rispetto alla precedente rilevazione quando erano 95. Nel complesso, dei ricoverati presi in esame 77 sono no vax, 20 risultano invece vaccinati e tutti hanno completato il ciclo vaccinale da oltre 4 mesi. Nel 75% dei casi, inoltre sono soggetti affetti da gravi comorbidità e l'età media è di 69 anni, Gli ospedali sentinella mostrano un incremento delle ospedalizzazioni per Covid del 10.1%. L'età media dei vaccinati ospedalizzati è di 75 anni, quella tra i no vax è di 64.