Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Super green pass, record di certificati scaricati. Dagli spostamenti al caffè al bar: ecco le nuove regole

  • a
  • a
  • a

Sono 1.310.001 i green pass scaricati, tra quelli base e la versione super, in vigore da oggi. I dati, aggiornati a ieri 5 dicembre, indicano che di questi 5.369 sono per avvenuta guarigione, 336.563 sono per esito negativo del tampone, 968.069 sono per avvenuta vaccinazione. Guardando l’andamento degli ultimi 30 giorni, con i download di ieri si è stabilito un nuovo record.

 

 

Proprio oggi, 6 dicembre 2021, ha debuttato il decreto del super green pass che sarà in vigore sino al 15 gennaio e ha spinto molti a vaccinarsi. L'obiettivo è rendere sicure le vacanze di Natale e disinnescare la quarta ondata del Covid. Come? Impendendo ai non vaccinati di frequentare i luoghi dove il rischio è maggiore. Palazzo Chigi ha messo nero su bianco le faq con le risposte ai dubbi degli italiani e la soluzione del rebus sul trasporto scolastico ancora non c’è: nella tabella delle attività consentite la prima voce è il trasporto pubblico e per chi non ha il green pass ci sono tre no, in zona bianca, gialla e arancione, senza distinzione di età. Si parla di una possibile deroga per i ragazzi fino all’inizio delle vacanze e di tamponi gratis, ma nulla è deciso. E dal 15 dicembre scatta il vaccino obbligatorio per il personale della scuola, le forze dell’ordine, i militari e i lavoratori esterni delle Rsa.

 

 

Nello schema di permessi e divieti pubblicato sul sito del governo i cittadini sono divisi in tre fasce. Chi non ha il green pass, perché non vaccinato e perché non fa il tampone. Chi possiede il certificato base, che si ottiene con la prima dose di vaccino, con la guarigione dal Covid (scaduta dopo i sei mesi) e con un tampone negativo, che dura 48 ore per l’antigenico e 72 per il molecolare. Il terzo livello è quello di chi può fare tutto perché ha il green pass rafforzato. Lo ottiene chi è vaccinato con doppia dose da meno di nove mesi e chi è guarito da non più di sei. In zona bianca e gialla il caffè al bar è consentito a tutti. Ma in arancione chi non è immunizzato o possiede il green pass base non potrà prendere il caffè al bancone, cosa invece permessa con il super certificato. In zona arancione chi non ha il rafforzato non può sedersi ai tavoli di bar e ristoranti, neppure all’aperto. Per i lavoratori del settore pubblico e privato - tranne quelli che hanno l’obbligo vaccinale - serve almeno il pass base e la stessa regola vale per le mense, in tutte le zone di rischio. Senza green pass si può prendere il taxi, ma non si può salire su autobus, metropolitane e treni regionali. Con la propria auto ci si può spostare liberamente, anche se non si è vaccinati, nelle regioni bianche e gialle, mentre in quelle arancioni se non si ha il green pass ci si può muovere verso altri comuni o verso altre regioni "solo per necessità, salute o per servizi non sospesi ma non disponibili nel proprio comune".