Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Meteo, domani tregua ma poi ancora pioggia e neve. Le previsioni

  • a
  • a
  • a

Come era stato ampiamente previsto, la neve è caduta anche a bassa quota, soprattutto nel centro Italia. Ma quali sono le previsioni meteo per i prossimi giorni? Sono gli esperti di 3bmeteo.com ad annunciare che nella giornata di domani, martedì 30 novembre, il maltempo concederà una tregua, ma sarà breve, visto che è in arrivo una nuova perturbazione. Dopo gli ultimi fenomeni di instabilità su parte delle regioni meridionali, la perturbazione, giunta lunedì sull'Italia direttamente dall'Artico si allontanerà verso i Balcani. Ma nelle latitudini settentrionali è già in gestazione un nuovo affondo perturbato. 

Domani, martedì 30 novembre, solo lievi precipitazioni, ma nella giornata di mercoledì 1 dicembre "il rinforzo di correnti occidentali precederanno la sua discesa e provocheranno un graduale peggioramento sulle regioni esposte, ovvero quelle tirreniche, poi anche sull'arco alpino, primo settore ad accogliere il fronte vero e proprio. Le nubi andranno progressivamente aumentando al Nord ed in serata deboli piogge interesseranno Lombardia e Triveneto, mentre sulle Alpi un po' di neve cadrà dai 700 ai 1000m. Aumenteranno le nubi anche sulla Sardegna occidentale e sulle regioni tirreniche, con deboli piogge in arrivo e qualche nevicata dai 1200 ai 1400m sull'Appennino, mentre resisterà il bel tempo sul versante adriatico e su quello ionico".

"Giovedì - spiegano gli esperti di 3bmeteo.com - il fronte transiterà sull'Italia dando luogo a maltempo soprattutto sulle regioni centro meridionali tirreniche e al Nordest, con nevicate sulle Alpi dai 700 ai 1000m e sull'Appennino centrosettentrionale dai 1300 ai 1500. Meno coinvolte le regioni adriatiche e l'estremo Sud, dove però il peggioramento potrebbe concretizzarsi a ridosso del weekend. A seguire possibile temporaneo rinforzo dell'anticiclone, ma con nuovi affondi artici in agguato già nel weekend". Ovviamente sono previsioni a distanza temporale e quindi potrebbero subire variazioni nei prossimi giorni, quando i meteorologi potranno essere più precisi.