Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Friuli in zona gialla: prima regione in cui ci saranno divieti per no-vax

  • a
  • a
  • a

Verrà formalizzata oggi - venerdì 26 novembre - l’ingresso del Friuli Venezia Giulia in zona gialla a partire da lunedì prossimo. Da quanto si apprende, col ritorno in zona gialla dopo sei mesi di bianco, il Friuli sarà la prima regione in cui verranno istituiti i divieti per i no-vax, in base a come previsto dal decreto del Governo che nel resto d’Italia entrerà in vigore il 6 dicembre. In base alle informazioni raccolte, nel Friuli varranno le disposizioni contenute nel decreto, senza una calibratura particolare per la regione.

 

 

Oggi il report del Friuli Venezia Giulia dice che su 7.982 tamponi molecolari sono stati rilevati 569 nuovi contagi con una percentuale di positività del 7,13%. Sono inoltre 18.934 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 67 casi (0,35%). Nella giornata odierna si registrano 3 decessi: un uomo di 96 di Trieste, deceduto in una residenza per anziani, una donna di Pordenone di 86 anni, deceduta all’ospedale, e un uomo di 79 anni di Muggia, deceduto in una residenza per anziani. Le persone ricoverate in terapia intensiva rimangono 28, mentre i pazienti in altri reparti risultano essere 251.

 

 

Intanto Roberto Speranza, Ministro della Salute, ha "firmato una nuova ordinanza che vieta l’ingresso in Italia a chi negli ultimi 14 giorni è stato in Sudafrica, Lesotho, Botswana, Zimbabwe, Mozambico, Namibia, Eswatini. I nostri scienziati sono al lavoro per studiare la nuova variante B.1.1.529. Nel frattempo seguiamo la strada della massima precauzione" ha aggiunto.