Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Non è l'Arena, scontro e nervi tesi. Il no vax Maurizio Pinto: "Dati falsi sui morti per Covid". Laura Cosseddu: "Legge Topolino?". Sandra Amurri: "Liberi di ammalarvi, ma lontani da noi"

  • a
  • a
  • a

E' stato uno scontro frontale, anche se ovviamente solo dialettico, quello tra Maurizio Pinto e Laura Cosseddu. Il primo è il presidente del Movimento Imprese Italiane che ha sposato le tesi sulla infondatezza della pandemia Covid, contesta dati e analisi scientifiche di qualsiasi tipo e tra le altre cose è no vax e tra l'altro indagato. Cosseddu è una giornalista che è stata ricoverata a causa del Covid e che ha perso il proprio compagno, ucciso dalla pandemia. I ragionamenti di Pinto, le sue posizioni e spesso anche l'irruenza con cui ha partecipato al dibattito, hanno fatto andare più volte su tutte le furie Laura Cosseddu e non solo lei. 

In una fase del dibattito il presidente del Movimento Imprese Italiane ha addirittura sostenuto che "il virus c'è ma il 97% di chi contrae la malattia può starsene al sole delle Canarie". Ha contestato i numeri sui decessi e parlato addirittura di una finta pandemia. Cosseddu ha ripetuto che è stata in ospedale, che ha visto con i suoi occhi i pazienti morti a causa del virus. E lui ha ribadito: "Anche se i morti fossero 130 mila, come falsamente viene detto, parliamo di un numero infinitamente basso". 

Davanti alle incalzati domande di Laura Cosseddu, Pinto ha replicato che "non faccio la parte dell'agnello sacrificale, perché sono preparato. A differenza di tutti gli altri". Quando Giletti ha ricordato l'esperienza di Piero Chiambretti, che ha visto la madre morire accanto al suo letto di ospedale, Pinto ha insistito: "Si tratta di una emergenza infondata, perché non ci sono 130mila morti". Durissima Laura Cosseddu: "Ma lei legge Paperino o Topolino?". Pesanti anche le critiche rivolte a Maurizio Pinto dalla giornalista Sandra Amurri: "Mi conforta che da domani voi sarete liberi di non vaccinarvi, di ammalarvi, ma di non stare in mezzo a noi". E ancora: "Lei ha recepito frasi fatte come una spugnetta e con me non reggono".