Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Corpo estraneo nelle salsicce di maiale, lotto richiamato: il marchio da evitare | Foto

  • a
  • a
  • a

Ancora un richiamo precauzionale per quanto riguarda un alimento molto utilizzato dagli italiani. Il ministero della Salute infatti ha segnalato il richiamo precauzionale da parte del produttore di un lotto di salsiccia di carne di suino a marchio Salumificio Ccs per la “possibile presenza di corpo estraneo”. Il prodotto in questione è venduto al kg in pezzi da 110-120 grammi ciascuno, e fa parte del lotto di produzione 171121.

 

 

A segnalare la vicenda il sempre ben informato sito de ilfattoalimentare.it. La salsiccia di suino richiamata è stata prodotta dall’azienda Salumificio Centro Carni dei Sibillini Srl, nello stabilimento di via Crocedivia 38, a Montegiorgio, in provincia di Fermo (marchio di identificazione IT 2048L CE).

 

 

In via cautelativa pertanto, l’azienda produttrice ha raccomandato di non consumare la salsiccia con il numero di lotto segnalato e restituirla al punto vendita dove è stata acquistata, se possibile. 

 

 

Sempre la "possibile presenza di corpi estranei" era stata la causa che qualche giorno fa aveva portato Melegatti 1894 a richiamare precauzionalmente un lotto del Pandoro Originale per la possibile presenza di plastica dura. I dolci in questione sono venduti in confezione da 750 grammi con il numero di lotto 210917 e il termine minimo di conservazione (Tmc) fissato al 30 aprile 2022. Alla vicenda erano interessati anche i pandori di “aspetto e/o forma e/o struttura non perfetta” appartenenti allo stesso lotto di produzione e venduti in confezioni da 740 grammi. Stavolta è toccato alle salsicce.