Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, appello di Costa ai tifosi: "Indossate le mascherine anche allo stadio. E subito la terza dose"

  • a
  • a
  • a

Riprendere a utilizzare con rigore le mascherine, anche all'aperto. Per ora non si tratta di un nuovo provvedimento (anche se nel governo c'è chi sta iniziando a pensarci), ma di un pressante invito avanzato dal sottosegretario alla salute, Andrea Costa. Al TgCom24 ha invitato i tifosi e gli sportivi che si recano allo stadio, a indossare il dispositivo di sicurezza: "Faccio un appello ai tifosi che vanno allo stadio. Abbiamo riaperto gli spalti al 75% perché riteniamo sia giusto per dare anche un segnale al nostro Paese, ma dobbiamo anche fare un appello a usare la mascherina perché c'è veramente bisogno in questo momento di rispettare ancora tutte le regole e di far prevalere il senso di responsabilità. Non ci possiamo permettere di abbassare la guardia".

Ma Costa è andato oltre e ha rivolto anche un appello ad "affrettarsi con la prenotazione delle terze dosi di vaccino e procedere rapidamente con la somministrazione dei richiami a tutti coloro per cui è previsto. Dobbiamo invitare gli italiani - ha detto - a continuare ad avere senso di responsabilità rispettando le regole, dall'uso delle mascherine all'igiene delle mani. Dobbiamo accelerare sulle terze dosi".

Maria Teresa Baldini, deputata di Coraggio Italia, è andata oltre: "E’ fondamentale introdurre l’obbligo delle mascherine anche all’aperto. Questo è un periodo dell’anno nel quale la diffusione virale è molto alta e le feste natalizie certamente non favoriranno il distanziamento. Troppe persone ancora si dimenticano l’uso della mascherina e purtroppo anche alcuni sindaci, che invece di dare il buon esempio mettono sul sito del proprio Comune fotografie che lo ritraggono durante una riunione nella sala comunale senza mascherina. E’ inaccettabile - ha concluso Maria Teresa Baldini - che un sindaco non dia il buon esempio anche perché è l’autorità sanitaria locale. Le regole ci sono e devono valere per tutti".