Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

No vax, proteste a Milano, Roma e Torino. Ma sono più di 45 milioni e mezzo gli italiani vaccinati (e infuriati)

  • a
  • a
  • a

Nonostante l'aumento dei casi di Covid, una situazione che diventa sempre più complessa sul fronte ospedaliero e il governo pronto a nuove iniziative per cercare di contenere la nuova ondata di epidemia, in Italia le proteste del sabato contro il certificato verde e il vaccino continuano. Sit-in, manifestazioni, striscioni e cori, con i manifestanti  senza mascherina. Priviamo a tracciare il bilancio di quello che è stato il diciottesimo sabato di protesta di no vax e no pass.

Milano le forze dell’ordine nel complesso hanno identificato 257 persone e due milanesi sono indagati in stato di libertà: un 57enne per la resistenza a pubblico ufficiale e un 62enne per resistenza e per aver rifiutato di fornire le generalità. Trentuno ordini di allontanamento emessi e avviato il procedimento per l’emissione di due Daspo Urbani da parte del questore. Il dispositivo di sicurezza “ha tenuto bloccati i manifestanti che avrebbero voluto animare un corteo per il centro cittadino". Nella capitale era in programma il sit-in dal titolo Liberiamo l’Italia che sulla carta chiamava a raccolta i no green pass di tutto il Paese. Sono stati in 3mila a ritrovarsi al Circo Massimo, nella quasi totalità dei casi senza mascherina. Tra i manifestanti anche i gilet arancioni e l’ex generale Antonio Pappalardo, insieme con bandiere tricolori e palloncini e gli smartphone illuminati. Ci sono stati momenti di tensione, ma non incidenti.

Torino, inece, in piazza con i manifestanti anche i portuali di Genova e di Trieste. Tra i no green pass anche Stefano Puzzer, portavoce dei portuali triestini. Alla manifestazione di Catanzaro hanno partecipato qualche centinaia di persone. Il coordinamento 15 ottobre ha annunciato, nel corso di una conferenza stampa, di aver dato vita a una Commissione scientifica che sarà composta da “esperti, medici, uomini di scienza e ricercatori in vari ambiti”. Dunque ancora proteste, ma diminuiscono sempre più i cittadini che vanno in piazza per urlare il proprio dolore, mentre sono 45 milioni e 670 mila gli italiani che si sono vaccinati. La maggior parte infuriati contro chi protesta per il vaccino.