Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Truffa del pacco, basta un Sms per rubare soldi e dati: "Sblocca la tua consegna". Come difendersi, i consigli della Polizia postale

  • a
  • a
  • a

Ci mancava la truffa del pacco! Una nuova beffa per i cittadini, che arriva via cellulare. E' la Polizia postale a mettere in allarme gli utenti, ma sono già numerosi quelli che purtroppo ci sono cascati. Tutto avviene attraverso un sms trappola. Due sole righe: "Il tuo pacco è stato trattenuto presso il nostro centro di spedizione. Si prega di seguire le istruzioni qui". Segue un. link. Cliccandoci sopra dovrebbe avvenire lo sblocco per la consegna. Ma il fatto è che il pacco non esiste, a differenza di una truffa. L'utente, infatti, viene dirottato su una pagina per carpire i dati sensibili che sono contenuti nello stesso smartphone

La Polizia postale spiega che il link conduce ad una pagina che invita ad effettuare un pagamento di lieve entità per sbloccare il pacco annunciato in arrivo. E' il metodo utilizzato dagli hacker per accedere alle informazioni personali degli utenti. Viene consigliato anche di bloccare il mittente che spesso sembra arrivare da una numerazione italiana. Non solo. A chi per errore ha cliccato sul link, si consiglia di formattare il device, informare i propri contatti della rubrica, cestinare i messaggi provenienti da quell'utenza telefonica, modificare le password utilizzato nello stesso smartphone. Non solo social, ma anche mail, applicazioni, home banking

Purtroppo con la diffusione dei device, le truffe on line continuano ad aumentare. E' vero che nel corso degli anni gli utenti sono cresciuti, spesso imparando a difendersi, ma è altrettanto vero che la pioggia di messaggi e mail è continua e che ogni giorno sono numerosi coloro che purtroppo ci cascano e vengono letteralmente derubati. La truffa del pacco bloccato è soltanto l'ultima arrivata in ordine di tempo. La difesa resta sempre la stessa: quella di evitare di cliccare link non conosciuti a sufficienza. Purtroppo sono sempre di più i cittadini che attendono una consegna, magari per un acquisto on-line e che quindi tendono a seguire le indicazioni che arrivano dai truffatori.