Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Spese pazze a Palazzo, nuovo indagato

Palazzo Cesaroni

Marina Rosati
  • a
  • a
  • a

Anche Fiammetta Modena, esponente del centrodestra e già portavoce dell'opposizione in consiglio regionale finisce nell'inchiesta sulle spese “incontrollate” dei gruppi di palazzo Cesaroni. Come per Roberto Carpinelli e Franco Zaffini l'ipotesi di reato, a seguito delle indagini della guardia di finanza, è peculato per aver effettuato spese che non rientravano nella sfera istituzionale del ruolo. E se la Modena, la cui difesa è stata affidata all'avvocato Franco Libori, si dice “assolutamente serena” altri esponenti della massima assise regionale tremano perché l'indagine va avanti e dopo i piccoli gruppi di cui è stato più facile accertare le violazioni, si passerà a quelli più grossi. SERVIZIO COMPLETO NEL CORRIERE DELL'UMBRIA DEL 24 SETTEMBRE 2017