Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Monopattini, nella revisione del codice della strada casco e targa obbligatori

  • a
  • a
  • a

In vista della revisione del codice della strada le Commissioni Ambiente e Trasporti  della Camera da domani prenderà in esame gli emendamenti al testo arrivati dai vari partiti che intendono regolamentare al meglio i monopattini che, negli ultimi anni, hanno invaso un po' tutte le città italiane facendo anche alcune vittime. Una stretta chiesta a gran voce da tanti sindaci.

 

 

Al centro della revisione, la regolamentazione dei monopattini con la proposta di nuovi obblighi assicurativi e l’introduzione di un “targhino” di riconoscimento e l’obbligo di indossare il casco e giubbetti catarifrangenti. Divieto di salire in due sul mezzo e limiti di velocità che potrebbero attestarsi a 20 chilometri l’ora su piste ciclabili e 30 sulle strade urbane. Si chiederà anche alle amministrazioni di individuare apposite zone per parcheggiare i monopattini, sempre più spesso abbandonati dove capita con intralcio per chi cammina a piedi sui marciapiedi, per i disabili e i non vedenti. 

 

 

I monopattini hanno cambiato il volo della mobilità in Italia. Solo nel 2020 si sono regiistrati 7,4 milioni di noleggi e sono stati percorsi 14, 4 milioni di chilometri. Questa regolamentazione dei monopattini e delle biciclette in noleggio, trovano un consenso sostanzialmente unanime.  Ma la revisione del codice della strada propone limiti anche per altre situazioni. Come il divieto di fumare in auto quando si è alla guida in auto.