Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Scontri a Roma, Fiore e Castellino restano in carcere: ma è allarme per i no vax a Milano

  • a
  • a
  • a

Roberto Fiore e Giuliano Castellino restano in carcere così come gli altri arrestati dopo gli scontri avvenuti nella manifestazione no green pass di sabato 9 ottobre a Roma che ha visto anche l’assalto alla sede della Cgil. Il gip Annalisa Marzano dopo l’udienza di convalida di giovedì 14 ottobre ha emesso una nuova ordinanza di custodia cautelare in carcere per Giuliano Castellino, Roberto Fiore, il leader del gruppo Io apro, Biagio Passaro, Luigi Aronica, ex Nar, Pamela Testa e Salvatore Lubrano

 

 

I no vax sono pronti intanto a manifestare venerdì 15 ottobre, quando entrerà in vigore l’obbligo del green pass nei luoghi di lavoro, davanti ai luoghi simbolo di Milano: il tribunale, l’università, piazza Fontana e l’ingresso della Rai in corso Sempione. Una notizia, che hanno diffuso attraverso i loro social, che ha fatto scattare l’allarme: sono stati rafforzati i controlli, quindi saranno decine le forze dell’ordine che presidieranno questi luoghi a partire dal Palazzo di giustizia dove si teme che possano entrare.

 

 

Per questo motivi - spiega una fonte - tutti coloro che entreranno dovranno dimostrare che hanno un motivo reale per farlo. L’appuntamento davanti al tribunale è alle 10, poi bisognerà capire se davvero proveranno a entrare nel luogo simbolo della giustizia, se faranno solo un presidio oppure si riuniranno con gli altri gruppi per dare vita a un corteo non autorizzato.