Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Dora Legreca morta cadendo dal quarto piano, fidanzato indagato per istigazione al suicidio

  • a
  • a
  • a

Disposta l’autopsia sul corpo di Dora Legreca, 30enne originaria di Montesano sulla Marcellana in provincia di Salerno, morta alle prime ore di sabato scorso dopo una caduta dal quarto piano di un palazzo in via Di Giura a Potenza. S’indaga per istigazione al suicidio. La donna è precipitata da un’altezza di oltre dieci metri. Da quanto accertato, c’è stato un forte litigio quella notte tra Dora Lagreca e il fidanzato, l’unico presente al momento della tragedia.

 

 

Alle 2.30 di sabato sul posto sono intervenuti i carabinieri e l’ambulanza del 118. Trasportata in codice rosso all’ospedale San Carlo, dopo due ore la donna è deceduta. A dare l’allarme, secondo la ricostruzione, è stato proprio il fidanzato che sabato è stato sentito dai carabinieri della locale compagnia e del nucleo investigativo. La sua posizione nelle ultime ore è passata a quella di indagato. Sono stati sentiti anche numerosi amici. Prima del litigio, la coppia aveva trascorso la serata in compagnia in alcuni locali della zona. Il conferimento di incarico al medico legale avverrà nella giornata di domani, martedì 12 ottobre 2021, e a seguire si terrà l’autopsia presso l’ospedale San Carlo.

 

 

Il fidanzato ha raccontato di averla vista prendere la rincorsa verso il balcone, ha spiegato di aver provato ad afferrarla quando ha scavalcato l'inferriata ma di non essere riuscito ad evitare la caduta nel vuoto. Molte persone vicine alla trentenne hanno riferito di non pensare che potesse togliersi la vita da sola. A far scattare un piccolo campanello di allarme uno degli ultimi post di Dora su Facebook in cui la 30enne scrive: "Spesso ci fa male chi conosciamo", poi un un altro aggiunge: "Gli uomini dovrebbero avere famiglie non amanti". La famiglia chiede che venga fatta luce sul caso.