Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Denise Pipitone, sfogo di Piera Maggio contro i rapitori: "Siete delle mer*e, i bambini non si toccano" | Foto

  • a
  • a
  • a

Sfogo durissimo di Piera Maggio sul caso di Denise Pipitone, la figlia scomparsa nel 2004 a Mazara del Vallo e mai più ritrovata. "Se la mente non può essere letta, allora lo scrivo e la indosso. Siete solo dei vigliacchi".

 

 

Queste appunto le parole di Piera Maggio, la mamma di Denise Pipitone, la bimba di tre anni scomparsa a Mazara del Vallo l’1 settembre del 2004, che quindi è tornata a far sentire il suo dolore e lo ha fatto con un post su Facebook in cui ha pubblicato sue foto con indosso una maglietta con la scritta: "Tu che hai rapito Denise, e i tuoi complici, siete delle mer*e. I bambini non si toccano. Finché Denise non verrà trovata - ha aggiunto - questa foto sarà sempre attuale. Passassero 1.000 anni".

 

 

Di recente, la Procura di Marsala, dopo avere riaperto le indagini sul rapimento della bambina, che quando sparì aveva poco meno di 4 anni, ha chiesto al gip l’archiviazione del procedimento a carico di Anna Corona (madre di Jessica Pulizzi, sorellastra di Denise, processata e assolta nei tre gradi di giudizio per concorso nel sequestro), di Giuseppe Della Chiave e di due coniugi romani accusati di false dichiarazioni al pm. Lo sfogo di Piera Maggio senza dubbio sarà approfondito anche nei talk show che si occupano da sempre della vicenda, in particolar modo Storie Italiane su Rai1 condotto da Eleonora Daniele e il giornalista Nuzzi a Quarto Grado, su Rete4.