Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ardea, anziana morta in casa: arrestato il figlio Fabrizio

  • a
  • a
  • a

I Carabinieri della Compagnia di Anzio hanno arrestato questo pomeriggio Fabrizio Rocchi, il figlio di Graziella Bartolotta, la donna di 68 anni trovata morta all’interno della sua abitazione ad Ardea lo scorso 28 settembre. A carico dell’uomo, primogenito della vittima, i carabinieri hanno raccolto gravi, precisi, plurimi e concordanti indizi di colpevolezza che hanno consentito alla Procura della Repubblica di Velletri di poter avanzare la richiesta di applicazione, nei suoi confronti, della misura restrittiva in carcere, poi concessa dal Giudice competente.

 

 

Secondo l’esame autoptico, svoltosi nella giornata di ieri, la causa della morte della donna, di 68 anni, è riconducibile a tre colpi violentissimi inferti con un corpo contundente al capo da un soggetto che gli inquirenti reputano essere proprio l’odierno arrestato. Il figlio della donna nei prossimi giorni sarà sottoposto ad interrogatorio di garanzia e dovrà difendersi dalle accuse di omicidio aggravato commesso in danno di ascendente, formulate da parte del Gip che ha emesso la misura cautelare. Rocchi è stato accompagnato, dapprima, presso la caserma dei Carabinieri di Anzio, e, dopo le notifiche di rito e le operazioni di fotosegnalamento, trasferito presso la Casa Circondariale di Velletri. Nei prossimi giorni sarà sottoposto ad interrogatorio di garanzia e dovrà difendersi dalle accuse di omicidio aggravato commesso in danno di ascendente, formulate da parte del Gip che ha emesso la misura cautelare.

 

 

"Non è stato Fabrizio, non c'è nessun dubbio su questo. Ovviamente è caduta, è capitato decine di volte. L'unica soluzione possibile è che lei sia accidentalmente caduta nel bagno, che è pieno di spigoli" aveva raccontato, con estrema sicurezza la moglie Matilde, nuora di Graziella, a Pomeriggio5. Mentre nell'ultima puntata di Quarto Grado era intervenuto il fratello scagliandosi contro Carmelo Abbate reo di aver tratto in maniera troppo affrettata le conclusioni.