Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Libero De Rienzo, indagini concluse: morto per overdose di eroina

  • a
  • a
  • a

Libero De Rienzo morto per overdose di eroina, "un'intossicazione acuta" spiegano gli esami tossicologici e l'autopsia disposti dalla Procura di Roma. Confermati dunque i sospetti emersi a ridosso della morte dell'attore avvenuta il 14 luglio scorso, quando erano state trovate tracce di droga nella sua abitazione. Il suo cuore dunque si è fermato  a causa dell'overdose.

 

 

 "Si può affermare che il decesso è riconducibile ad arresto cardio circolatorio conseguente a metaboliti da eroina con positività tossicologica anche di metaboliti da Triazolam e cocaina", rivelano gli atti. In altre parole nell'organismo del vincitore del David di Donatello del 2002, premio che De Rienzo ottenne con Santa Maradona, sono state trovate tracce di cocaina e benzodiazepine. Ma è stata un'altra sostanza a ucciderlo: "Intossicazione acuta da eroina", dicono gli inquirenti.

 

 

Il sostituto procuratore Francesco Minisci ha anche concluso le indagini a carico del pusher di origine gambiane, già arrestato lo scorso luglio e ancora in carcere. Mustafa Lamin, di 31 anni, accusato inizialmente detenzione e cessione di sostanze stupefacenti, adesso deve rispondere anche di un'altra accusa: "morte come conseguenza di altro reato".