Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Malore fatale mentre fa pesca in apnea, muore giovane sub di 21 anni durante una immersione

  • a
  • a
  • a

Tragedia nelle acque dell'isola d'Elba. A morire un giovane sub di 21 anni. E' accaduto durante un'immersione a causa di un malore. Il dramma nelle acque antistanti la miniera del Ginevro, nel comune di Capoliveri: la segnalazione è pervenuta alla sala operativa della Capitaneria di Porto di Portoferraio per un sub disperso appunto nelle acque antistanti la spiaggia della Miniera del Ginevro.

 

 

Cosimo Piccini, 21 anni, di origini fiorentine, era intento in attività di pesca in apnea, in compagnia di un amico che lo attendeva a bordo di un natante utilizzato quale unità di appoggio. E' stato proprio quest'ultimo, non vedendolo risalire in superficie, a lanciare l'allarme. I militari della Guardia Costiera, resisi conto della gravità della situazione, hanno inviato sul posto i mezzi navali dell'Ufficio Locale Marittimo di Porto Azzurro e della Capitaneria di Porto di Portoferraio. Una prima ricerca nelle acque circostanti la zona di pesca ha dato esito negativo, così come le prime ricerche effettuate a terra da parte dei vigili del fuoco di Portoferraio e dei carabinieri di Capoliveri.

 

 

Nel frattempo è stato allertato ed inviato sul posto anche un elicottero abilitato alle ricerche notturne. Il corpo senza vita del giovane sub era ad una profondità di circa 20 metri nelle acque antistanti la spiaggia della Miniera del Ginevro. Il magistrato di turno ha disposto il trasferimento della salma nella camera mortuaria dell'ospedale di Portoferraio, per una prima ispezione da parte del medico legale per accertare le cause della morte. Dalle prime ricostruzioni, sembra che a provocare il decesso sia stato un malore. Il legame di Cosimo con il mare era davvero indissolubile e così ha dimostrato anche questa tragedia. Tanti i messaggi di cordoglio provenienti dal mondo della subacquea. "Ogni parola sarebbe superflua, buon viaggio Cosimo", il tenore dei messaggi letti sui social