Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Si ribalta con il trattore mentre trasportava legna, quindicenne muore schiacciato sotto gli occhi del padre

  • a
  • a
  • a

Tragedia sul lavoro in Calabria. Un 15enne è morto mercoledì 15 settembre a Cellara, in provincia di Cosenza, a causa del ribaltamento del trattore sul quale si trovava insieme a suo padre.

 

 

Secondo quanto si è appreso, padre e figlio stavano trasportando della legna, quando improvvisamente, per cause ancora in corso di accertamento, il trattore si è ribaltato in una curva nel tratto di strada che collega Lorica a Cellara. Il 15enne è rimasto schiacciato morendo sul colpo, mentre il padre è rimasto illeso. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco, sono giunti i medici del 118, che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del ragazzo. Sul luogo dell’incidente anche i carabinieri della Compagnia di Rogliano che stanno ricostruendo la dinamica dei fatti. Il padre del giovane, rimasto illeso, è ancora sotto choc, e per questo motivo non é riuscito a rispondere alle domande dei carabinieri giunti sul posto per i rilievi.

 

 

L'ultimo episodio simile accaduto in Italia era stato quello di un incidente sul lavoro a Vesime, nell’Astigiano. Un cittadino svizzero residente in Italia, si era ribaltato alla guida di un trattore mentre stava lavorando in una in vigna di sua proprietà. Nell’incidente aveva riportato gravi ferite. Una volta soccorso era stato elitrasportato in ospedale ad Alessandria. Insomma, di fatto continua la strage silenziosa dei morti sul lavoro. Quello di mercoledì 15 settembre nel Cosentino ha rappresentato l'ennesima tragedia avvenuta in questi ultimi tempi. Una morte crudele, per un ragazzino che ha perso la vita davanti al padre. Relativamente a un dato della scorsa settimana, aggiornato appunto all'8 settembre, in Italia le morti sul lavoro sono purtroppo quotidiane. Nei primi sei mesi di quest’anno l’Inail aveva registrato 538 vittime, 3 al giorno, 32 in meno rispetto al 2020, in un anno tuttavia anomalo condizionato dal Covid.