Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Muore bimba nata prematura, la madre è convinta no vax ricoverata in gravi condizioni per Covid

  • a
  • a
  • a

Tragedia a Napoli, per l'esattezza al policlinico Federico II. Una neonata infatti è morta poco dopo il parto. La piccola era nata da una donna ricoverata per Covid in gravi condizioni e non vaccinata. Secondo quanto riportato dal Corriere del Mezzogiorno, la neonata era nata prima del termine di 26 settimane. 

 

 

Il professore Francesco Raimondi, ordinario di pediatria e responsabile del reparto di Neonatologia della Federico II, ha sottolineato come in ospedale continuino ad arrivare bimbi nati pre-termine da mamme con Covid. I prematuri nati ad agosto al Policlinico sono comunque in buone condizioni. Da inizio pandemia, questo del policlinico Federico II, è il secondo caso in Italia di parto prematuro che si conclude con la morte del neonato. A commentare quanto accaduto, anche il governatore della Campania, Vincenzo De Luca: "Lo ripeto ancora una volta, dobbiamo vaccinarci tutti e non andare dietro alle stupidaggini che circolano anche sui social", ha premesso. E ancora: "Questa è la precondizione per salvare la vita delle persone - ha aggiunto - e per tornare alla vita normale". Infine, un appello in particolare rivolto "alle donne in gravidanza. Dopo il terzo mese si possono vaccinare. In Campania abbiamo altre due donne in gravidanza che sono in terapia intensiva e non hanno fatto il vaccino", ha concluso il governatore.

 

 

Un'altra storia simile arriva dalla Lombardia, dove una madre di 39 anni, Agnese Beatrici, convinta no vax, del Bresciano, madre di una bambina di sette anni e di un bimbo di due, è morta di Covid a Milano, dov’era stata ricoverata in terapia intensiva nei giorni scorsi, quando le sue condizioni si erano aggravate. La donna è risultata positiva dopo essere rientrata dalle vacanze e in breve si sono infettati anche gli altri adulti della famiglia: il marito, il padre e la madre. In particolare quest’ultima a quanto si apprende sarebbe ricoverata in gravi condizioni agli Spedali Civili di Brescia. La necessità del vaccino anti Covid quindi sembra essere sempre più impellente.