Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Emergenza bare a Palermo, 920 morti ancora senza sepoltura: "Servono almeno tre mesi"

  • a
  • a
  • a

Caos sepolture a Palermo. Il numero delle bare in deposito in attesa di un loculo, posto in campo di inumazione o servizio di cremazione è di 920. A fornire il dato è stato il sindaco, Leoluca Orlando, durante la sua relazione in occasione della seduta straordinaria del Consiglio comunale dedicata all’emergenza sepolture al cimitero dei Rotoli.

 

 

Un’emergenza, ha spiegato il primo cittadino, legata alla "carenza pluriennale dei posti salma" e che da tempo è all’attenzione dell’Amministrazione comunale. "Da luglio 2020 - ha detto il sindaco - sono state emanate diverse ordinanze sindacali che hanno avuto come comune denominatore lo snellimento delle procedure finalizzato al recupero di posti per inumazione/tumulazione", ha spiegato ancora Orlando, che a Sala delle Lapidi ha quindi snocciolato numeri e interventi.

 

 

"Si è proceduto alla liberazione delle nicchie e dei loculi la cui concessione trentennale era scaduta e ciò ha permesso di collocare 142 salme - le parole di Orlando -. Successivamente è stata autorizzata l’estumulazione dei loculi/nicchie con durata 25 anni; è stata avviata una complessiva ricognizione nei tre cimiteri cittadini in modo da entrare nell’ottica di considerarli un unico impianto cimiteriale. E' stato disposto il rientro nel possesso delle sepolture abbandonate da più di 50 anni e al contempo è stato dato incarico alla società informatica del comune di implementare il database per velocizzare le procedure amministrative, è stato offerto il servizio gratuito di trasporto e cremazione fuori comune (sinora utilizzato da circa 60 richiedenti). Infine, è stato firmato un protocollo d’intesa con la Fondazione Santo Spirito, proprietaria del cimitero Sant’Orsola, mettendo a disposizione 1000 loculi per l’Amministrazione comunale, per l’importo unitario di 1.800 euro (800 a carico del congiunto e 1000 a carico dell’Amministrazione)". Per Orlando serviranno circa 3 mesi per superare l’emergenza con interventi a breve termine. Opposizione sul piede di guerra, con la Lega che ha tuonato: "Sindaco incapace, subito commissario e sfiducia".