Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bari, sfregia la moglie al volto e le taglia i capelli per un rapporto sessuale rifiutato. Un arresto a Canosa

Condannato il romeno che aveva costretto una donna al sesso orale

  • a
  • a
  • a

Bari, sfregia al volto la moglie con un coltello e le taglia i capelli a causa di un rapporto sessuale rifiutato. E' accaduto a Canosa, nella provincia barese. Un cittadino di nazionalità marocchina di 42 anni è stato quindi arrestato dalla polizia dopo aver tentato la fuga.

 

Gli agenti della Squadra Mobile di Bari lo hanno rintracciato e identificato a Ruvo di Puglia dove era fuggito dopo l’aggressione. Deve rispondere di tentato omicidio e deformazione dell’aspetto mediante lesioni permanenti. Il gip del Tribunale di Trani ha convalidato il fermo e ha disposto il suo arresto in carcere. L’uomo non ha negato quanto fatto alla moglie, sua connazionale arrivata da poco in Italia. Nell’auto gli agenti hanno ritrovato una bottiglia contenente soda caustica. Le urla della donna hanno destato l’attenzione dei vicini che vedendo sangue e un uomo fuggire hanno allertato la polizia. La donna è stata trasportata d’urgenza all’ospedale «Bonomo» di Andria dove è stata sottoposta ad un intervento chirurgico - durato ore - per multiple ferite complesse del volto, del padiglione auricolare e della superficie dorsale di entrambe le mani. Il responsabile ha cercato di far perdere le proprie tracce fuggendo dal luogo del delitto a bordo della sua auto.