Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Litiga con la moglie per gelosia e la minaccia, poi spara in aria davanti alla figlia

  • a
  • a
  • a

Ancora una lite in famiglia finita con un colpo di pistola, stavolta fortunatamente senza vittime. La storia si è verificata a Messina, dove un uomo ha minacciato la moglie con una pistola per poi sparare in aria. Per questo motivo la polizia ha fatto scattare le manette ai polsi di un 40enne che dovrà adesso rispondere di porto e detenzione abusiva di arma comune da sparo. L’uomo è stato anche denunciato per minacce aggravate e sparo in luogo pubblico. La notte di Ferragosto gli agenti sono intervenuti nella zona sud della città per una lite tra due coniugi scoppiata per motivi di gelosia.

 

 

Secondo quanto ricostruito dai poliziotti, proprio al culmine della discussione il 40enne avrebbe minacciato la vittima con l’arma, esplodendo poi alcuni colpi in aria a scopo intimidatorio, noncurante della presenza della figlia minore, né del rischio di poter ferire gli ignari vicini di casa. L’immediato intervento dei poliziotti delle Volanti ha consentito di evitare il peggio.

 

 

Sul posto, gli agenti hanno trovato le due vittime, madre e figlia, in evidente stato di shock, tremanti e con difficoltà a parlare. La perquisizione domiciliare ha permesso di recuperare e sequestrare l’arma utilizzata, che l’uomo aveva nascosto dietro il battiscopa della cucina prima del loro arrivo. Rinvenuti e sequestrati due caricatori, di cui uno con 5 cartucce, e 5 bossoli esplosi. Per il 40enne si sono spalancate le porte del carcere.