Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Quel neonato è rognoso": infermiera gli inietta morfina e finisce in carcere

Alfredo Doni
  • a
  • a
  • a

La polizia di Verona ha arrestato un'infermiera in servizio presso l'Asl locale per aver somministrato morfina a un neonato, in assenza di prescrizione medica e senza necessità terapeutiche, provocandogli un'overdose e un arresto respiratorio. La donna aveva definito il neonato "rognoso" mentre lo teneva in braccio davanti alle colleghe. L'arresto è avvenuto in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip Livia Magri su richiesta del pm Elvira Vitulli. Il piccolo era ricoverato nel reparto di Terapia intensiva neonatale dell'ospedale civile di Verona e gli esami effettuati successivamente hanno confermato la presenza di oppiodi nel sangue del bimbo.