Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Appena assunto cade in un dirupo e muore, il neo guardacaccia Simone Valli aveva solo 18 anni

  • a
  • a
  • a

Una tragedia immane, ancora una volta sul posto di lavoro. La vittima si chiamava Simone Valli e aveva appena 18 anni. Simone aveva iniziato soltanto da qualche giorno il suo nuovo lavoro da guardacaccia. Non ha fatto in tempo ad ambientarsi che purtroppo una disgrazia si è abbattuta su di lui e i suoi familiari: il ragazzo infatti è precipitato in un dirupo ed è morto.

 

 

Il fatto è accaduto nella serata di domenica 8 agosto, in Valtellina (provincia di Sondrio). Stando alle prime ricostruzioni dell'accaduto, il ragazzo è precipitato durante un’uscita di servizio nei boschi della riserva naturalistica di Valbelviso, al confine con la provincia di Brescia.

 

 

Nonostante l’intervento dei soccorritori sia stato tempestivo, per Simone non c’è stato nulla da fare: troppo gravi le lesioni riportate a causa della caduta. Una tragedia terribile per un ragazzo che era così entusiasta e felice di aver conseguito il titolo di guardacaccia e di essere stato assunto per il suo primo lavoro a stretto contatto con la natura. Sempre nella provincia di Sondrio, in Valfurva, una turista romana è rimasta invece bloccata nel fango a 2.600 metri nei pressi del ghiacciaio dei Forni. Per fortuna per lei la vicenda si è risolta per il meglio: dopo ricerca e scavi, la donna è riuscita a salvarsi.

 

 

La 56enne era uscita per un’escursione lungo il sentiero glaciologico dei Forni insieme al compagno. Ad un certo punto lui ha deciso di tornare a valle, lei di rimanere ancora per qualche minuto. Poi l’incidente, l’allarme e le ricerche, che dopo ore di scavi nel fango hanno portato al recupero della donna. Fortunatamente sana e salva. Per il giovane Simone invece non c'è stato nulla da fare, in una estate che sembra maledetta dal punto di vista delle morti sul lavoro, una tragedia nella tragedia.