Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pescara, roghi dolosi: individuati sette inneschi. Bruciata una scuola e diverse esplosioni | Video

  • a
  • a
  • a

Pomeriggio di paura a Pescara tra incendi e roghi che hanno interessato diversi ettari della pineta dannunziana, lambendo anche le spiagge piene di turisti in riva al mare. Sarebbero sette i roghi dolosi che avrebbero fatto da innesco al vasto incendio che ha colpito soprattutto la zona sud della città abruzzese. Nel tardo pomeriggio c’è stata una riunione in procura, confermata per il momento l’ipotesi di incendio colposo. Di seguito una serie di video che documentano quanto visto dai tanti bagnanti e cittadini nelle ultime ore.

 

 

 

Sono cinque i feriti, tra cui una bambina e due suore Tre delle persone portate in ospedale stavano cercando di spegnere i roghi in giardino. Dieci intossicati accertati. Anche la spiaggia è stata evacuata, dieci gli stabilimenti balneari distrutti. Diversi bagnanti in fuga, una colonna di fumo alta diversi metri ha spaventato le persone sotto l’ombrellone. Tra le strutture evacuate, ci sono anche un convento di suore e una struttura con 40 disabili. In fiamme anche la scuola media "Benedetto Croce". La procura di Pescara, come detto, ha aperto un fascicolo per incendio colposo. Il fronte del fuoco si è poi spostato dalla zona sud della città alla collina San Silvestro e all’area di Colle Breccia. Sono intervenuti anche i militari del reggimento Alpini de L’Aquila. In azione un canadair e due elicotteri.

 

 

 

L’incendio a Pescara "ha colpito in un momento in cui le spiagge erano piene. Poi è arrivato il fuoco all’improvviso. È partito vicino al mare ma mai si poteva pensare che potesse arrivare lungo la spiaggia. È una zona di villette Liberty. La scuola media Benedetto Croce è andata in fiamme, però ovviamente non c’era nessuno. Un’autodemolizioni, in prossimità del cavalcavia, al Villaggio Alcyone, è tutta bruciata, incluse le autovetture. Ci sono state diverse esplosioni, perché c’erano macchine a Gpl e con la benzina dentro", ha detto il presidente della Provincia, Antonio Zaffiri. Sono 30, secondo quanto si apprende, gli intossicati portati in pronto soccorso a Pescara dopo gli incendi di oggi. Degli 800 evacuati, sono 50 i cittadini sfollati che non possono rientrare stasera a casa.