Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Lesbiche, andate via". Due ragazze cacciate dalla spiaggia nel Napoletano

  • a
  • a
  • a

Due ragazze insultate a Capo Miseno, nel Napoletano. La coppia si trovava in spiaggia ed è stata aggredita verbalmente - e fisicamente, raccontano - solo perché lesbiche. Lo hanno raccontato le due ragazze, che hanno anche diffuso un video sui social nel quale mostrano una parte dell'aggressione prima verbale e poi fisica subita da alcuni bagnanti. Le due ragazze, erano andate nella spiaggia nel comune di Bacoli lo scorso venerdì, ma improvvisamente erano state avvicinate da un signore che chiede loro di andarsene perché la loro presenza avrebbe potuto "turbare" la nipotina presente con lui in spiaggia.

 

 

Al rifiuto delle due ragazze di allontanarsi è scoppiato un diverbio degenerato anche in uno scontro fisico. Infatti il signore sembrava essersi arreso ma invece è tornato alla carica con una signora, la figlia, attaccando anche due ragazzi intervenuti per difendere la coppia. Infatti il signore è passato alle vie di fatto. "Ha colpito un ragazzo con l'asta di un ombrellone, mentre la donna mi ha preso a schiaffi sul braccio", ha spiegato una delle due ragazze coinvolte. "Ci siamo sentite umiliate, non avevamo fatto nulla di male: stavamo trascorrendo una giornata al mare come qualunque altra persona". Sono state le stesse ragazze a pubblicare sui social alcuni momenti dell'aggressione subita in spiaggia, ricevendo subito tantissima solidarietà da giovani e meno giovani.

 

 

Nel video pubblicato dalle ragazze e rilanciato dal consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e dallo speaker radiofonico Gianni Simioli, si sente l'uomo ribadire "vattene sulle montagne" all'indirizzo di una delle due ragazze, ribadendogli poi uno "stupida" dopo che la ragazza gli ha detto che si stava rendendo ridicolo. Successivamente, l'uomo coadiuvato dalla figlia ribadisce anche ad alcuni ragazzi intervenuti per difendere le due che "cosa devo dire a una ragazzina di sei anni?" riferendosi alla nipotina. Il tutto continuando ad intimare alle due ragazze di lasciare la spiaggia.