Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Saman Abbas, sospese le ricerche del corpo dopo 67 giorni: continuano le indagini

  • a
  • a
  • a

Saman Abbas, sospese le ricerche del corpo della 18enne di origini pakistane dopo 67 giorni. In attesa di nuove indicazioni nel corso delle indagini, i carabinieri di Reggio Emilia sospendono le ricerche della giovane, residente a Novellara, nel reggiano, di cui non si hanno più notizie dalla fine di aprile e per cui la procura indaga per omicidio.

 

In base a quanto riferito dai militari, proseguiranno invece le attività investigative sia per trovare elementi utili al rinvenimento del corpo della giovane, sia per trovare i latitanti ritenuti responsabili dell’omicidio e dell’occultamento del cadavere della ragazza. Per la sua sparizione, al momento, cinque persone sono iscritte nel registro degli indagati: i genitori della 18enne, per cui è stata presentata la rotatoria internazionale per il loro fermo, uno zio e due cugini. Nei 67 giorni di ricerche sono stati impiegati complessivamente 500 carabinieri, unità cinofile, eliportuale e la componente forestale dell’Arma, vigili del fuoco con natanti, polizia provinciale, unità cinofile, specializzate nella ricerche di cadaveri della polizia tedesca e di un’associazione di volontari svizzera.

 

Sono stati utilizzati strumentazioni specifiche, come i geoscanner, elettromagnetometri e droni. Le ricerche sono state condotte anche attraverso l’analisi delle informazioni satellitari e delle telecamere presenti nella zona. Attualmente, peraltro, è stato spiccato un mandato di cattura internazionale per i genitori, mentre il fidanzato Sadiq pensa che la ragazza possa essere ancora viva e trovarsi all'estero. Il caso del mistero di Novellara sta dominando da settimane il dibattito  politico e mediatico, tanto per i temi legati alle usanze di certe etnie di religione musulmana in termini di diritti delle donne e matrimoni combinati, quanto per la sorte toccata alla giovane.