Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Saman Abbas, l'abito da sposa e le novità sulle ricerche: impiegati archeologi e cani addestrati con ossa umane

  • a
  • a
  • a

Il mistero di Saman Abbas, la 18enne di origine pakistana scomparsa a Novellara nella notte tra il 30 aprile e l'1 maggio, è stato al centro della puntata di oggi - mercoledì 7 luglio - di Chi l'ha visto? su Rai 3. Durante la puntata il fidanzato della giovane, Saqib, ha mostrato l'abito da sposa che avevano acquistato insieme negli otto giorni trascorsi a Roma, insieme al vestito per lui, un anello, altri gioielli, vestiti e scarpe per la cerimonia.

 

Poi le novità sulle ricerche fatte sul campo con l'aiuto di archeologi e cani arrivati dalla Germania, addestrati anche con l'utilizzo di ossa umane proprio per risalire ai cadaveri occultati. Alcuni archeologi, nello specifico, hanno voluto dare il proprio contributo volontario per le ricerche del corpo della ragazza, dal momento che la loro peculiarità sta nell'accuratezza dello studio sui movimenti del terreno e sulle tracce stratigrafiche che riescono a cogliere. Un approccio proprio della metodologia di ricerca scientifica della loro disciplina. Oltre ai cani molecolari delle unità delle nostre forze dell'ordine, inoltre, sono arrivate unità cinofile anche dalla germania, addestrate al riconoscimento delle ossa umane e delle loro caratteristiche.

 

Le ricerche, tuttavia, sono ancora senza esito, a oltre due mesi dalla scomparsa della ragazza. Secondo Saqib potrebbe essere ancora viva, ma a suffragare questa sua speranza per ora non ci sono elementi concreti. Gli inviati della trasmissione sono poi andati fino al viallaggio della famiglia di Saman in Pakistan, dove sono riusciti a parlare col cugino che avrebbe dovuto sposare. Un matrimonio combinato per cui Saman aveva tentato il suicidio dopo la festa di fidanzamento avvenuta nelle ultime settimane dello scorso anno. tanto che era stata mandata in una residenza protetta, proprio per evitare che fosse rimasta presso l'abitazione della famiglia, a Novellara, in provincia di Reggio Emilia.