Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Raffaella Carrà, il lungo addio tra applausi, fiori e fan. Milly Carlucci: "Intitoliamole l'Auditorium Rai"

  • a
  • a
  • a

Il corteo funebre con il feretro di Raffaella Carrà è partito dalla sua casa nel quartiere di Roma Nord, tra una folla di fan e giornalisti. Nel raggiungere la camera ardente in Campidoglio toccherà diversi luoghi Rai che l'hanno vista protagonista.

 

 

Applausi e commozione di tanta gente alla prima tappa, davanti all’Auditorium Rai del Foro Italico, sul Lungotevere a pochi passi dallo stadio Olimpico. Presente Milly Carlucci che, insieme ad altri colleghi, si è fatta promotrice dell'intitolazione alla Carrà dello stesso Auditorium. Il carro funebre color grigio metalizzato - con a bordo anche l'ex compagno Sergio Iapino - è poi arrivato in via Teulada 66, a Roma, storica sede Rai. Tutti i dipendenti Rai sono usciti dal centro di produzione per applaudire commossi. Ad attendere il feretro anche il giornalista Bruno Vespa - commosso - che ha sottolineato come "la sua caratteristica era la piena umanità e non la ricordo mai senza un sorriso. È stata una grande soubrette ed una grande conduttrice". Con lui Giancarlo Magalli, autore tv di Raffaella insieme a Gianni Boncompagni, che ha ricordato come "le davi il copione e dopo un minuto era padrona della situazione e lo dimostrava".Tante persone partecipano anche dai balconi, mentre fuori sulla strada anche in questo caso si è radunata una grande folla di fan. Altra tappa al teatro delle Vittorie di Roma e poi davanti alla sede Rai di viale Mazzini dove è stato accolto anche qui dagli applausi commossi di una folla di fan. In omaggio alla più grande showgirl italiana è stato fatto osservare un minuto di silenzio.

 

 

"Aveva la capacità di essere sempre avanti, lei era questo: la sua dedizione, i suoi valori. Lei era tanto per il servizio pubblico, portava avanti questi valori nei suoi programmi, nelle sue trasmissioni, nel suo modo di lavorare. Le dobbiamo tanto" ha detto l’ad della Rai, Fabrizio Salini, davanti alla sede Rai.