Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Denise Pipitone, "Ho visto la bimba in hotel". Colpo di scena, supertestimone in procura

  • a
  • a
  • a

Spunta un supertestimone sul caso di Denise Pipitone. A darne notizia lo speciale di Rai2 "Ore 14, Denise - Una storia italiana", il programma di Milo Infante in onda martedì 29 giugno eccezionalmente in seconda serata (ore 23) Un colpo di scena, con l'uomo che è stato convocato in procura a Marsala, sulla nuova inchiesta aperta dopo 17 anni per far luce sulla scomparsa della piccola da Mazara del Vallo il primo settembre 2004. La trasmissione ha rivelato che l'uomo ha raccontato di aver visto e"quel primo settembre 2004 ho visto una bambina accanto a una persona, non dimenticherò mai i suoi occhi".

 

 

L'uomo, che non ha mai avuto a che fare con le indagini in questi anni, ha deciso di raccontare la sua verità "e ha riconosciuto a distanza di anni accanto alla bambina uno dei protagonisti di questa vicenda", dice il programma.

Secondo la ricostruzione della trasmissione, siamo all'Hotel Ruggero II negli attimi successivi la scomparsa di Denise, "l'uomo fa un racconto particolareggiato e conferma i dubbi sulla versione fornita da Jessica". Ecco l'argomentazione come riferito dal programma che cita il nuovo testimone: "tutto non si sarebbe svolto nella lavanderia ma in un altro punto più accessibile dell'albergo".

 

 

Fin qui tutto chiaro ma la testimonianza, a distanza di tempo, ha dei punti critici come rivela "Ore 14": al momento non state riscontrate prove certe della sua presenza quel giorno in hotel.  Si tratterebbe di un soggiorno in occasione di una vacanza di famiglia della quale non sono state confermate ricevute o fatture. I riscontri sulle carte di credito? La trasmissione ricorda che a questo proposito che sono alquanto complicati perché le banche conservano per dieci anni le rendicontazioni e qui di anni ne sono passati 17. Stessa sorte, fa notare il programma, per il registro delle presenze nell'albergo e la rendicontazione alla polizia. I pm, dice ancora "Ore 14", potrebbero ipotizzare - come già successo col magistrato Angioni - il reato di false dichiarazioni proprio per la mancanza di questi riscontri, al momento negativi.