Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Busta intorno alla testa, bimba di 5 mesi in fin di vita: indagati i genitori

  • a
  • a
  • a

Una bimba di 5 mesi di Sassari è in fin di vita all'ospedale Gaslini di Genova in seguito al principio di soffocamento causatole da un sacchetto di plastica che, per cause ancora da accertare da parte della Procura, le ha cinto la testa fino a impedirle di respirare. L'incidente, riferito dal quotidiano La Nuova Sardegna, risale in realtà ad alcuni giorni fa.

 

 

A trovare la bimba riversa nel suo lettino è stata la madre, che avrebbe tentato di rianimarla prima di attivare i soccorsi. La neonata era immobile, non riusciva a respirare e si trovava in uno stato di incoscienza. Trasportata al pronto soccorso pediatrico dell'Aou di Sassari, la piccola è stata trasferita a Genova. I genitori sono intanto finiti sotto inchiesta. I genitori della bambina hanno anche altri tre figli piccoli. Gli inquirenti vogliono capire se la neonata si sia messa da sola, accidentalmente, la busta intorno alla testa o se sia accaduto altro. Sarebbe un altro caso controverso sui genitori dopo quello di Nicola Tanturli, il bimbo di 21 mesi scomparso e poi ritrovato in una scarpata sui boschi del Mugello. In questa circostanza i genitori del piccolo non sono indagati, ma l'opinione pubblica si è divisa sul loro comportamento, soprattutto per il fatto di aver dato l'allarme soltanto nove ore dopo la sparizione di Nicola e sul fatto di aver lasciato praticamente senza controllo il figlioletto così piccolo. Fortunatamente la storia di Nicola ha avuto un lieto fine, ma è chiaro che nel momento in cui si è ritrovato tutto solo in un bosco a 21 mesi, la vita del piccolo è stata davvero in pericolo.