Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Denise Pipitone, "la portai a casa". L'intercettazione choc sparisce: le carte

  • a
  • a
  • a

"A casa la portai", è l'intercettazione choc che non è stata trascritta nei documenti del caso di Denise Pipitone, sparita nel nulla da Mazara del Vallo il primo settembre 2004 all'età di quattro anni. Un caso che adesso la procura di Marsala ha riaperto. A parlare è Jessica Pulizzi (allora minorenne), sorellastra di Denise.

 

 

 

Il padre naturale di Denise Pipitone è infatti Pietro Pulizzi, ex marito di Anna Corona che ha avuto la bimba da Piera Maggio sposata con Tony Pipitone. Fino al momento della sparizione della bambina dalla cittadina del Trapanese, questo non era noto. Jessica Pulizzi è stata processata per il rapimento di Denise e assolta in tre gradi di giudizio. Il programma Quarto Grado, in onda su Retequattro, ha mostrato come l'intercettazione choc pronunciata da Jessica ("A casa la portai"), non è stata riportata nel documento della trascrizione e rivelato che il dialogo fra lei e la madre Anna Corona in commissariato era stato "indotto" da un poliziotto (ora ex agente della polizia giudiziaria), Peppe, sentito come testimone nella nuova indagine appena riaperta.

 

 

E' il 2 settembre 2004 (giorno dopo la sparizione di Densie) e Anna e Jessica vengono prima divise e poi riunite in commissariato. "Io a casa ci 'a purtai.." è l'intercettazione con Jessica che parla, ma a chi si riferisce? Di certo dopo quella frase Anna Corona dice alla figlia: "Guardami negli occhi...problemi con Dio ne hai?". Ma la certezza è un'altra, mostra il programma condotto da Gianluigi Nuzzi: nelle migliaia di pagine dell'inchiesta, nella prima trascrizione riassuntiva di quella conversazione (firmata 21 settembre 2004 dall'ex ispettore in questione) il documento non presenta la frase incriminata di Jessica che torna al centro del giallo ("Io a casa la portai"). c'è scritto solo "(bisbigliando".)..incomprensibile".

Nel verbale si richiede la nomina di un consulente per trascrivere, dopo averlo ripulito, l'audio della conversazione. Un mistero che con la nuova indagine appena riaperta può essere svelato.