Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Report, anticipazioni sulle nuove inchieste del 28 giugno: dal caso Metropol e Lega al caffè e alle acque minerali

  • a
  • a
  • a

Report torna stasera, lunedì 28 giugno, con una nuova puntata come sempre in prima serata su Rai 3. Ecco alcune anticipazioni sulle nuove inchieste del programma condotto da Sigfrido Ranucci.

 

Il primo caso a finire sotto la lente del programma è quello legato al Metropol e alla Lega.  L’inchiesta di Norma Ferraram, Simona Peluso e Alessia Pelagaggi si intitola "La fabbrica della paura". Report mostrerà come la vicenda che ha coinvolto il leader della Lega, Matteo Salvini e il collaboratore Savoini al Metropol sia, in realtà, solo un nodo di una più ampia rete di azioni politiche internazionali volte a destabilizzare l’Unione Europea. Ranucci indagherà sulla crescita dell’interesse del leader Salvini per le tematiche religiose. Inoltre, mostrerà l’intervista a Konstantin Malofeev, detto l’Oligarca di Dio, vicinissimo a Putin e spesso incontrato da Matteo Salvini e Gianluca Savoini. Si tratta della prima intervista per una televisione europea. Si passa poi ad altri approfondimenti legati all'industria alimentare. Dopo Kamut, cacao amaro e Prosecco, Ranucci mostrerà un reportage sul caffè per indagare quali sostanze e quali metalli vengono rilasciati all’interno delle capsule di caffè. Le analisi sulle capsule sono state sottoposte all’Istituto Ramazzini, all’Università di Padova e all’Arpa Roma-Lazio. Inoltre Ranucci metterà in evidenza il fatto che soltanto l’azienda Nespresso abbia concordato un sistema per riciclare le capsule con Cial, Consorzio italiano alluminio. Invece, le altre capsule finiscono in discarica o incenerite.

 

Il titolo del terzo servizio strizza l’occhio alla poesia di Francesco Petrarca: "Chiare fresche e dolci acque". L’inchiesta di Claudia Di Pasquale e Michela Mancini si interrogherà sulla regolamentazione del mercato di acque minerali e sulle differenze tra l’acqua minerale (di cui l’Italia è il primo consumatore europeo) e l’acqua potabile. Infine, l’ultimo servizio è firmato da Cecilia Andrea Bacci ed è dedicato all'immagazzinamento dei dati elettronici. I dati in rete sono misurabili perfino in zettabyte: milioni di miliardi di gigabyte. Ci chiederemo dove sono memorizzati i nostri dati, i costi di stoccaggio e se ci sarà spazio per tutti in futuro.