Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Denise Pipitone, "retroscena sulla scomparsa". Quarto Grado sfida la diffida di Piera Maggio e torna sul caso

  • a
  • a
  • a

Quarto Grado sfida la diffida di Piera Maggio a parlare del caso e torna sulla vicenda di Denise Pipitone. La madre della bambina scomparsa nel nulla da Mazara del Vallo il primo settembre 2004 (non aveva ancora compiuto quattro anni), aveva detto di "fermare lo scempio" a cui la trasmissione l'aveva a suo dire sottoposta nella trasmissione di venerdì scorso su Retequattro e di non parlare più della sua famiglia.

 

 

 

Nessuna replica era arrivata da parte del programma nè del conduttore Gianluigi Nuzzi, ma la risposta arriva dalle notizie trapelate su ciò che verrà trattato nella trasmissione in diretta stasera, venerdì 25 giugno, alle ore 21.25, su Retequattro, dove il caso di Denise Pipitone viene annunciato in apertura di programma.

Il nuovo appuntamento con Le storie di Quarto Grado con in conduzione Gianluigi Nuzzi e con Alessandra Viero, vedrà quindi approfondimenti proprio sulla intricata vicenda di Denise Pipitone. Una storia senza risposte e soprattutto senza Denise, tanto che dopo 17 anni la procura di Marsala ha deciso di riaprire il caso.
Il programma a cura di Siria Magri apre con il caso Pipitone andrà a sviscerare retroscena, segnalazioni e interrogatori che hanno fatto ripartire l’inchiesta sulla scomparsa della bambina. Mediaset annuncia come siano "molti i passaggi ancora oscuri, che gli inquirenti stanno cercando di chiarire.

 

 

 

Intanto, nei giorni scorsi è finita sotto indagine per false dichiarazioni al pubblico ministero della Procura di Marsala, Maria Angioni, ex pm che in passato si era occupata della vicenda". Nei giorni scorsi, la Angioni aveva dichiarato che Denise fosse viva e avesse una figlia, ma non è su questo punto che Angioni è stata indagata ma su due altri punti rivelati dalla trasmissione Rai1 La Vita in diretta e che riguardano una telecamera e l'interrogatorio del dirigente della polizia di Mazara nel 2004.
Al centro della puntata anche la tragica vicenda di Saman Abbas, la ragazza di origini pakistane scomparsa nel nulla, il 30 aprile scorso, a Novellara (Reggio Emilia). Chi indaga pensa che Saman sia stata uccisa dallo zio: la famiglia non avrebbe accettato il fatto che la giovane rifiutasse il matrimonio combinato con un cugino, in Pakistan. Sono attesi retroscena, rivelazioni e approfondimenti con servizi molto accurati.