Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bimbo scomparso nel Mugello: Nicola Tanturli è stato trovato vivo in una scarpata

  • a
  • a
  • a

Nicola Tanturli, il bambino di 21 mesi, scomparso dalla sera di lunedì 21 giugno, in località Campanara, nel comune di Palazzolo sul Senio, in provincia di Firenze, nell’Alto Mugello, è stato trovato vivo in buone condizioni in fondo a una scarpata, a circa 2,5 km dalla sua casa.

 

Il piccolo è stato rinvenuto da un giornalista di "La vita in diretta" di Rai 1, che ha chiamato i carabinieri. Anche la prefettura ha confermato la notizia del ritrovamento del piccolo, che è in buone condizioni di salute ma verrà comunque sottoposto ad accertamenti medici, viste le tante ore trascorse fuori casa in mezzo al bosco. Si conclude quindi con esito positivo una massiccia ricerca che già dalle prime luci dell'alba di oggi aveva visto un dispiegamento di 200 uomini sul campo, compresi cani molecolari e unità cinofile di vari corpi delle forze dell'ordine. I genitori di Nicola, Leonardo e Pina, avevano denunciato la scomparsa del figlio alle ore 9 di martedì 22 giugno e subito sono scattate le ricerche. La coppia, che ha un altro figlio di 4 anni, vive in una casa colonica raggiungibile solo una tortuosa strada sterrata, a 800 metri di altezza. Leonardo e la moglie allevano api e capre.

 

Subito erano emersi dei sospetti per le nove ore di ritardo intercorse tra la denuncia alle forze dell'ordine e il momento in cui la coppia ha scoperto che il piccolo non era nella sua camera. Da allora sono iniziate le ricerche che si sono concentrate in un'area impervia, piena di boschi, con luoghi ignoti anche ai cacciatori del posto, come confermato anche dal sindaco Gian Piero Moschetti. Il caso del piccolo Nicola è subito rimbalzato su tutti i media nazionali, che dopo le prime 24 ore di ricerche senza esito avevano iniziato a temere il peggio.