Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Messina, "strano viavai". Panettiere faceva il dentista: scoperto il falso medico

  • a
  • a
  • a

Smascherato falso medico in provincia di Messina. Un finto dentista che operava ormai da anni. Il suo forte? I prezzi concorrenziali tanto che aveva, secondo quanto emerso, anche una clientela affezionata. Qualcosa però non andava, non tornava e sono scattate le indagini fino a scoprire una verità da non credere: il panettiere faceva il dentista.

 

 

 

Visite e interventi dentistici venivano fatte da quel falso medico che non aveva alcun titolo. I finanzieri del Comando provinciale di Messina hanno così scoperto, a Pace del Mela, un finto dentista che lavorava in uno studio medico privo di qualsivoglia autorizzazione e dalle indecorose condizioni igienico-sanitarie.

Secondo quanto è stato reso noto, le indagini, coordinate dal procuratore capo di Barcellona Pozzo di Gotto Emanuele Crescenti, hanno preso il via da un "anomalo viavai" di numerosi pazienti che accedevano allo studio del sedicente medico, il quale però risultava intestatario di una partita Iva per l’attività di panettiere.  I sospetti sono stati confermati durante una perquisizione effettuata dagli stessi finanzieri.

 

 

 

Emergono così i dettagli. L’uomo, 55 anni, aveva allestito un vero e proprio studio dentistico, composto da un locale e perfino da un laboratorio odontotecnico non sanificati e in condizioni igienico-sanitarie inammissibili, come confermato dai funzionari dell’Asp di Messina. Il falso dentista esercitava indisturbato la sua attività da anni, avendo fidelizzato una platea di clienti abituali, i quali accedevano allo studio solo previo appuntamento telefonico e attratti dai prezzi concorrenziali praticati. L’uomo è stato segnalato all’autorità giudiziaria per esercizio abusivo della professione medica e l’ambulatorio è stato sequestrato. La posizione del finto medico è ora al vaglio delle Fiamme Gialle anche sotto un profilo tributario, non avendo mai presentato alcuna dichiarazione sui redditi illeciti percepiti.