Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Furti al cimitero, torna l'allarme

Cesare Bertoldi
  • a
  • a
  • a

Nemmeno il caldo afoso di questi giorni ferma i ladri nei cimiteri. Tantissime le segnalazioni che, di recente, hanno riguardato il camposanto di Foligno. Un fenomeno da stigmatizzare che non è certo nuovo ma che negli ultimi tempi è molto più avvertito dai cittadini che si recano a fare visita ai loro cari defunti. E le segnalazioni molto spesso vengono fatte attraverso i social network. Rarissime infatti, in questi casi, le denunce alle forze dell'ordine. Per la maggior parte dei casi si tratta infatti di furti riguardanti oggetti di poco valore ma che per i parenti dei cari estinti rivestono un'alta valenza simbolica. Non solo fiori e piante, ma anche oggetti e ornamenti funerari, tanto che c'è chi da qualche tempo ha deciso di porre sulle tombe dei defunti, in segno di protesta, dei cartelli per far capire che rubare al camposanto è uno degli atti più deplorevoli che si possano compiere. Ma i ladri, si sa, sono spesso senza scrupoli (leggi il servizio completo sul Corriere dell'Umbria).